Polidattilia nel cane e gatto: cause, sintomi e terapia

Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia della polidattilia nel cane e gatto. Cosa fare se cane e gatto hanno delle dita in più?

Cucciolo di Golden Retriever con cucciolo di Persiano

Fra le malattie genetiche ereditarie congenite, ricordiamo anche la polidattilia del cane e gatto. Come suggerisce il nome stesso, in questa patologia il cane o il gatto presentano una o più dita accessorie, solitamente localizzate sul lato mediale della zampa. Non è una patologia grave o invalidante, non causa nessun problema ai nostri pet, tuttavia può essere problematico per i cani che intendono partecipare a mostre o che vengono utilizzati come riproduttori. Ecco che allora oggi andiamo a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia della polidattilia nel cane e gatto.

Polidattilia nel cane e gatto: cause e sintomi

La polidattilia è una patologia genetica ereditaria congenita che si manifesta sia nei cani che nei gatti. Possiamo vederla sia nei cani e gatti di razza che nei meticci. Come anticipavamo, le dita aggiuntive di solito compaiono sul lato mediale della zampa. Esiste anche una forma di polidattilia laterale, ma compare meno frequentemente. A proposito della polidattilia nei gatti, si è visto che è una patologia genetica autosomica dominante, ma con espressività variabile.

Un simile schema ereditario sembra applicarsi anche alla polidattilia nei cani, come si è notato soprattutto nel Pastore dei Pirenei. In alcune razze, come il Pastore dei Pirenei e il Beauceron è una caratteristica di razza, deve essere presente. Nelle altre razze viene considerato un difetto.

Fondamentalmente la polidattilia nei cani e gatti non provoca nessun tipo di sintomo. L'unica cosa è che c'è una maggior propensione di queste dita accessorie soprannumerarie nel subire lesioni traumatiche, come per esempio unghie spezzate.

Polidattilia nel cane e gatto: diagnosi e terapia

La diagnosi di polidattilia nel cane e gatto è abbastanza evidente: basta contare le dita del cane o del gatto. Non serve nessuna terapia, anche se a dire il vero in caso di unghie di queste dita soprannumerarie che si spezzano di continuo, potreste valutare insieme al vostro veterinario se sia il caso o meno di asportare quelle dita in più. La cosa importante, invece, se si ha un allevamento o se si vogliono portare cani e gatti a fare mostre, è escludere dalla riproduzione i pet che manifestano questa anomalia genetica: se li fate riprodurre, continueranno a mettere al mondo cuccioli o gattini con questo difetto ed essere così penalizzati alle mostre.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail