Vomito e diarrea nel gatto: cosa fare?

Ecco cosa fare e cosa non fare in caso di vomito e diarrea nel gatto.

Vomito e diarrea gatto: cosa fare

Vomito e diarrea nel gatto sono fra i sintomi di più comune riscontro nei gatti, sono fra quelli maggiormente segnalati a livello ambulatoriale. Di per sé si tratta solamente di sintomi che possono avere tantissime cause e che possono coinvolgere diversi organi. Se è vero che non è che per ogni singolo vomito o diarrea del gatto si fanno mille esami (spesso si riesce a risolvere il problema trattandolo con successo senza risalire esattamente alla causa, ma la stessa cosa succede anche in medicina umana: non è che per ogni volta che abbiamo vomito e diarrea il nostro medico ci fa fare mille esami per sapere nome e cognome esatto dell'eziologia), con forme recidivanti o quando oltre al vomito e la diarrea ci sono altri sintomi o il gatto appare abbattuto, ecco che è possibile che il veterinario vi proponga qualche esame in più e che la terapia possa essere più aggressiva.

Vomito e diarrea nel gatto: cosa fare

Il vomito è l'espulsione violenta dei succhi gastrici e del contenuto dello stomaco tramite la bocca. Fondamentale è distinguere il vomito dal rigurgito perché hanno cause diverse.

La diarrea è una produzione aumentata di feci molli, da cremose a liquide, con mancato riassorbimento dell'acqua da parte dell'intestino, cosa che giustifica il fatto che la diarrea di compone di feci molli o liquide.

Le cause di vomito e diarrea nel gatto sono tantissime: malattie virali, malattie batteriche, malattie parassitarie, cambiamenti bruschi nella dieta, dieta errata, alimenti non corretti, intolleranza alimentare, allergia alimentare, ingestione di alcuni farmaci, ingestione di tossici o veleni, problemi al pancreas, problemi al fegato, malattie infiltrative, malattie infiammatorie, neoplasie...

Se il gatto fa un vomito o una diarrea, ma è vispo, non è mogio, non ha altri sintomi, le mucose sono rosa e non gialle o bianche, ha appetito, vuole mangiare, allora potete anche aspettare un attimo prima di contattare il veterinario. Ma se il gatto vomita a ripetizione, nel vomito o nella diarrea ha sangue, è mogio, abbattuto, non vuole mangiare, non si muove, ha le mucose gialle o bianche, ha perso peso, conviene portare il gatto dal veterinario.

Possibilmente non dopo due settimane che il gatto vomita e non mangia o dopo tre mesi che ha diarrea continua: converrete con me che avete trascurato il problema e aspettato troppo, dando tempo al problema di base non solo di strutturarsi, ma anche di peggiorare ulteriormente, cosa che si rifletterà negativamente sull'efficacia della terapia. Oltre all'ovvia considerazione che avete fatto stare male il gatto per settimane o mesi prima di decidervi a farlo visitare.

Vomito e diarrea nel gatto: cosa non fare

Ecco cosa NON fare se il gatto ha vomito e/o diarrea:

  • aspettare settimane o mesi prima di farlo visitare se l'episodio non è stato singolo
  • somministrare farmaci a casaccio non consigliati dal veterinario: per evitare danni, prima di dare qualsiasi farmaco, anche quello apparentemente innocuo, contattate il veterinario. Esempio pratico: il gatto ha vomitato, gli do un noto farmaco a base di Metoclopramide perché l'ho trovato scritto su un forum o me l'ha consigliato una qualsiasi persona che non sia il veterinario. Problema: il gatto aveva un blocco intestinale, gli ho dato la Metoclopramide e gli ho perforato l'intestino perché 1) non sapevo che il gatto aveva un blocco intestinale 2) non sapevo che la Metoclopramide è controindicato in caso di blocco intestinale perché provoca perforazione intestinale. Risultato: gatto morto per perforazione intestinale
  • dare subito da mangiare dopo che il gatto ha vomitato: ok vedere se ha appetito, ma anche nel caso si fosse trattato di un episodio isolato, aspettiamo qualche ora prima di riproporgli il cibo per dare il tempo allo stomaco di sistemarsi
  • dare da mangiare erba: peggiorano sia il vomito che la diarrea
  • dare fermenti lattici al gatto se vomita: non è che gli fanno male, ma non servono, i fermenti lattici servono per la diarrea, non per il vomito
  • farlo ripartire con grandi quantità di cibo: nel caso la situazione si stia risolvendo da sola, date al gatto cibo poco e spesso in modo da non sovraccaricarlo
  • lasciarlo troppo a digiuno: ok lasciare lo stomaco a riposo, ma lasciare il gatto senza cibo e acqua per giorni non solo provoca disidratazione, ma è la strada migliore verso la lipidosi epatica
  • dare il riso: il gatto ha la diarrea? Allora gli do il riso. No, il riso blocca noi umani, per il gatto il riso non è poi così digeribile e spesso peggiora la diarrea. Il gatto è un carnivoro: se volete dargli qualcosa di ultra digeribile per lui, allora dategli della carne

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail