• GreenStyle
  • Petsblog
  • Cani
  • I cani guida possono aiutare i veterani in caso di disturbo da stress post-traumatico?

I cani guida possono aiutare i veterani in caso di disturbo da stress post-traumatico?

I cani guida possono aiutare i veterani in caso di disturbo da stress post-traumatico?

Secondo i ricercatori, i cani guida potrebbero essere un utile ausilio per aiutare i veterinari che soffrono di disturbo da stress post-traumatico (PTSD).

Molti soldati, di ritorno dal servizio, soffrono di disturbo da stress post-traumatico. Secondo gli scienziati, l’uso di cani guida potrebbe essere d’aiuto per i veterani che soffrono di disturbi post-traumatici. In particolare, i ricercatori della Purdue University of Indiana hanno esaminato circa 100 veterani e i rispettivi cani guida. Fra gli esami, c’era l’analisi della saliva per testare i livelli degli ormoni dello stress e una fascia da polso per tracciare i segnali vitali, in modo da valutare come la presenza dei cani potesse influenzarli.

I cani aiutano in caso di PTSD?

Per ora i test sono in fase di esecuzione, ma un veterano intervistato ha dichiarato che a volte solo sentire il battito cardiaco e il respiro del suo cane lo aiuta a calmarsi. Lo studio sta cercando di capire se queste sensazioni empiriche siano effettive e costanti, se ci sia una sorta di reazione chimica che i cani innescano nei loro proprietari e viceversa. In tal modo si potrà dire con certezza se i cani possano davvero aiutare e perché lo facciano.

Maggie O’Haire, il capo della ricerca iniziata presso la Purdue, ha così ammesso: “Penso che ci siano persone là fuori che si chiedono se i cani guida effettivamente aiutino. E stiamo cercando numeri e prove scientifiche”. Uno dei veterinari della ricerca, Carlos Cruz, ha spiegato che dipende molto dal suo cane guida, Hannah. A Cruz venne diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico dopo essere tornato dal servizio nel nord dell’Afghanistan (il suo compito era quello di cercare ordigni esplosivi nemici).

Nel gennaio del 2018 Cruz ha preso Hannah e da allora le è grato ogni giorno. Cruz ha così spiegato: “E’ incredibile quello che fa per me. Non so nemmeno come lei faccia, è come un linguaggio non parlato, suppongo che si possa dire così”. Toccherà ora agli scienziati spiegare quello che per ora non si riesce a scrivere nero su bianco.

Via | CBS News

Foto | iStock

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog