Uso dell'endoscopia per rimuovere gli ami da pesca gastroesofagei in cani e gatti

Fra i corpi estranei che possono ingerire cani e gatti, ci sono anche gli ami da pesca. Ecco l'utilità dell'endoscopia nella rimozione di questi c.e.

Ami da pesca

Soprattutto se siete al mare o se avete in famiglia qualche pescatore, dovete fare molta attenzione agli ami da pesca. Sono fra i corpi estranei più pericolosi da ingerire. Lo studio dal titolo "Endoscopic and surgical removal of oesophageal and gastric fishhook foreign bodies in 33 animals", Binvel M, Poujol L, Peyron C, Dunie-Merigot A, Bernardin F. J Small Anim Pract. 2017 Nov 30 ci spiega come l'uso dell'endoscopia sia un ottimo sistema per rimuovere gli ami da pesca ingeriti come corpi estranei gastroesofagei in cani e gatti. Ovviamente gli ami possono rimanere anche impigliati nelle zampe, nella cute o nella bocca di cani e gatti (soprattutto dei cani): in questi casi il veterinario provvederà a sedare l'animale e a rimuovere l'amo.

Endoscopia e ami da pesca

Lo studio in questione è stato uno studio retrospettivo, il che vuol dire che sono state analizzate le cartelle cliniche di cani e gatti che avevano ingerito degli ami (di solito più cani che gatti), con particolare riferimento ai metodi utilizzati per asportarli. Perché va da sé che un cane o un gatto non può essere lasciato con un amo da pesca agganciato nell'esofago o nello stomaco.

Lo studio ha dimostrato come nell'82% dei casi il ricorso all'utilizzo dell'endoscopia per individuare e rimuovere l'amo da pesca ingerito era efficace. Solamente nel 18% dei casi era indispensabile intervenire chirurgicamente. A proposito dell'endoscopia, come complicazioni l'unica che si aveva era nel 18% dei casi la perforazione esofagea, risolta comunque anche in questi casi.

Cosa vuol dire?

Lo studio ha dimostrato come in caso di ingestione di amo da pesca con localizzazione in stomaco o esofago, un valido approccio terapeutico sia l'utilizzo dell'endoscopia per rimuovere il corpo estraneo. Inoltre si aveva la risoluzione dei casi e la sopravvivenza dei pazienti in tutti i casi esaminati nello studio. In questi casi, bisognerà intervenire il prima possibile, possibilmente prima che insorga una perforazione.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Via | JSAP

  • shares
  • Mail