Animali esotici: le nuove regole per tenerli in casa

Il 31 agosto scadrà il termine ultimo per coloro che hanno degli animali da compagnia che sono inseriti nell'elenco delle specie esotiche invasive. Ecco cosa bisognerà fare.

animali esotici

Se avete degli animali da compagnia che fanno parte dell’elenco delle specie esotiche invasive, stabilito dall'Unione Europea nel decreto 230 del 2017, il 31 Agosto sarà l’ultima occasione per mettersi in regola con le nuove norme, ed evitare conseguenze e sanzioni molto salate.

Fra gli animali da compagnia inserite nell’elenco vi sono ad esempio lo scoiattolo grigio nordamericano, alcune specie di gamberi, la rana toro e la tartaruga palustre americana Trachemys scripta (sia quella con le orecchie rosse che quella con le orecchie gialle).

Chi alleva questi ed altri tipi di animali che sono inclusi nella lista dovrà denunciarne il possesso. In caso contrario, il rischio potrebbe essere quello di ricevere delle sanzioni che vanno dai 150 ai 20.000 euro, fino anche ai 50.000 euro in caso di introduzione, detenzione, trasporto, utilizzo, scambio o cessione e riproduzione dell’animale. Il reato di rilascio in ambiente dell’animale potrebbe essere punito invece con una sanzione che va dai 10.000 ai 150.000 euro.

In vista del 31 Agosto, WWF e Societas Herpetologica Italica (SHI) ricordano dunque ai cittadini di mettersi in regola. Per farlo, sarà sufficiente compilare un modulo che potrete scaricare dal sito del ministero dell'Ambiente e inviarlo al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. L’invio dovrà avvenire tramite PEC, fax o raccomandata postale, e vi permetterà di continuare a detenere il vostro animale da compagnia.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail