Sardegna, nato cucciolo di Labrador verde: tutta colpa della biliverdina

Cucciolo di Labrador verde nato in Sardegna? Evenienza abbastanza comune, è tutta colpa della biliverdina del meconio finita nel liquido amniotico.

Cane: cucciolo Labrador verde

Sta facendo il giro della rete la notizia della nascita di un cucciolo di Labrador verde in Sardegna. Tranquilli: non si tratta di una patologia genetica che altera il colore del cucciolo o del frutto di radiazioni. E' tutta colpa della biliverdina, pigmento presente normalmente nel meconio del cucciolo e che a volte, a causa di sofferenza fetale o parto prolungato/fuori termine, ecco che si riversa nel liquido amniotico causando questa colorazione verdastra del mantello.

Sardegna: il cucciolo di cane verde

Sulla pagina Facebook di Cristian Mallocci sono comparse le foto di un cucciolo di Labrador verde. Il cucciolo è nato presso l'azienda agricola Palu 'e Carru, vicino a Sassari. Chiamato per ovvi motivi Pistacchio, Mallocci ha spiegato che la sua cagna doveva partorire. Quando è andato a vedere come stava, ha subito notato che uno dei cuccioli aveva un insolito colore verdastro: gli altri fratellini e sorelline avevano il previsto color crema del Labrador, ma quel cucciolo era verde.

Così ha chiesto scherzosamente a Giannangelo Lipari, un suo compagno di lavoro, se avesse mai visto un cane alieno. I due hanno ipotizzato che il colore potesse derivare dal fatto che la cagna aveva magari partorito nell'erba, ma in realtà non è così: è tutta colpa della biliverdina.

Perché la biliverdina finisce nel liquido amniotico?

In realtà questa colorazione verdastra del pelo non è così insolita: veterinari e allevatori non si saranno stupiti più di tanto perché ogni tanto capita di notarla. Il colore verde è legato alla presenza di biliverdina nel meconio finito nel liquido amniotico.

Il meconio è una sostanza bruno-verdastra, densa e viscosa che si trova nell'intestino del feto. Solitamente i cuccioli emettono il meconio durante le prime ore dalla nascita, sollecitati dalla madre che li lecca. Normalmente il meconio si trova nell'intestino del feto, solo che, a volte, a causa di sofferenza fetale, ipossia, parto fuori termine o parto troppo prolungato, ecco che il feto fa fuoriuscire anticipatamente il meconio mentre si trova ancora immerso nel liquido amniotico.

Il meconio contiene diversi pigmenti, fra cui anche la biliverdina. Per questo motivo, la biliverdina rilasciata dal meconio disperso nel liquido amniotico, finisce col colorare il pelo del cucciolo. In realtà non si tratta di un problema irrilevante: vuol dire che quel cucciolo, durante il parto, è andato incontro a qualche forma di sofferenza fetale o ipossia. Il che vuol dire che quel cucciolo andrebbe monitorato con maggior attenzione, con controlli veterinari più frequenti per essere sicuri che tale sofferenza fetale non abbia causato problemi secondari e complicanz.

Di per sé, invece, il colore verdastro sparirà col passare dei giorni e il cucciolo ritroverà il suo naturale color crema.

Via | Il Fatto Quotidiano

Foto | Pagina Facebook di Cristian Mallocci

  • shares
  • Mail