Il gatto che vomita pelo: cosa significa e perché lo fa

Perché il gatto vomita il pelo? Qual è il significato di questo comportamento?

Alzi la mano chi non ha mai avuto un gatto che vomita i boli di pelo: sono infatti rarissimi i mici che non li vomitano mai, la maggior parte di loro ogni tanto si concedono un piccolo vomito a base di pelo, qualcuno lo fa più frequentemente, altri un po’ di meno.

Gatto che si lecca

Si tratta di un meccanismo fisiologico di difesa del gatto, solo che se diventa troppo frequente, ecco che lo stomaco può irritarsi e dare origine a una gastrite. Il gatto magari non mangia per qualche giorno ed ecco che sono richieste delle cure particolari. Ma andiamo a vedere perché mai il gatto vomita il pelo.

Perché il gatto vomita pelo


Se avete un gatto, di sicuro avrete notato quanto i mici siano maniaci delle pulizie: si leccano e lavano di continuo, magari li accarezzi, sono felici, ma subito dopo si leccano dove tu li hai toccati. Questa costante ossessione per la pulizia ha però un piccolo svantaggio: ogni volta che si lecca, il gatto ingerisce del pelo morto. Ne manda giù oggi, ne manda giù domani e questo pelo si accumula nello stomaco, formando delle vere e proprie palline di pelo.

Chiamateli boli di pelo, chiamateli tricobezoari, ma queste palle di pelo dallo stomaco del gatto non riescono a passare nell’intestino. Ecco che allora si accumulano e ad un certo punto il gatto cercherà di espellerli: si metterà a mangiare dell’erba gatta per stimolare il vomito e cercare di vomitarli. A volte ci riesce al primo colpo, a volte produce solamente un po’ di saliva e ci riprova dopo qualche ora.

L’accumulo dei boli di pelo nello stomaco colpisce tutti i gatti, ma ovviamente sono più soggetti quei gatti a pelo lungo come i Persiani.

Cosa succede se il gatto non vomita pelo


Ma cosa succede se il gatto non riesce ad eliminare questi boli di pelo? Beh, la prima cosa è che la presenza di tricobezoari nello stomaco ridurrà progressivamente l’appetito, fino a che il gatto non smetterà di mangiare. Inoltre il suo tentativo di mangiare dell’erba per cercare di vomitare questo pelo, potrebbe alla lunga provocare una gastrite, cioè un’infiammazione dello stomaco.

Altra cosa che succede spesso, se il gatto non riesce a vomitare il pelo, è che questo magari riesca a defluire nell’intestino. Bene direte voi, così non vomita e finisce nelle feci. Ma anche qui c’è da fare una piccola considerazione: se il pelo è tanto, c’è il rischio che l’eccessivo quantitativo presente nelle feci renda stitico il gatto. Ecco che allora il gatto non riuscirà a defecare, le feci diventeranno sempre più secche e dure, rendendo sempre più difficile la loro espulsione. La presenza di questi fecalomi nell’intestino intaserà il gatto che smetterà di mangiare e magari comincerà a vomitare.

Tuttavia ci sono dei gatti che non vomitano mai il pelo, non diventano stitici: semplicemente il loro stomaco riesce a far passare progressivamente il pelo, quindi il mancato accumulo non causa sintomi. Buon per loro e per il loro proprietari.

Cosa fare se il gatto vomita pelo

Se il gatto vomita pelo, ecco cosa bisogna fare:


  • se esagera nel consumare l’erba gatta, bisogna toglierla prima che provochi una gastrite
  • somministrare dei prodotti che aiutano il passaggio dei boli di pelo nell’intestino e che aiutano la defecazione, come il classico Remover, la pasta da dare ai gatti per bocca. Questa è utile anche in caso di stipsi da pelo perché crea un film protettivo intorno alle feci secche che ne aiuta l’espulsione. Recentemente sono anche uscite delle compresse, sempre a base di vaselina, appetibili e utilizzabili anche come EasyPill
  • spazzolarlo: visto che il problema è che il gatto si lecca in continuazione e ingerisce grandi quantità di pelo, allora conviene pettinarlo giornalmente in modo da rimuovere più pelo morto possibile. Questo vale sia per i gatti a pelo corto che per i gatti a pelo lungo
  • esistono delle apposite crocchette da dare per i gatti che hanno problemi di vomito da pelo per aiutarli ad espellerlo in maniera corretta

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Dungodung

  • shares
  • Mail