Cani vegetariani. Verso un mondo senza sfruttamento: ricette e consigli

Cani vegetariani verso un mondo senza sfruttamentoCani vegetariani. Verso un mondo senza sfruttamento è un libro di Verona ReBow e Jonathan Dune pubblicato in Italia da Impronte di Luce, casa editrice attenta al benessere del mondo e di tutte le forme di vita che lo abitano.

Un libro sui cani vegetariani? Suvvia! È una di quelle cose più innaturali che si possano concepire! È questo il pensiero che vi è venuto nel leggere il titolo del libro? Come per ogni cosa non bisogna mai giudicare prevenuti: il mio consiglio è quello di leggere prima il libro e poi trarne le proprie conclusioni. L'obiezione, comunque, la prevede anche Elena Grassi, editrice dell'edizione italiana, che scrive nella prefazione:

Si sente dire che non è “naturale” nutrire il cane in modo vegetariano. Non sempre una cosa “naturale” è automaticamente etica, giusta o auspicabile. Peraltro, c'è ben poco di naturale nel modo in cui vivono i cani accanto a noi. E c'è ben poco di naturale nel dar loro pezzi di carne scelta tolta ad animali vissuti in maniera totalmente… innaturale; o, peggio ancora, gli scarti dell'industria della carne contenuti nella maggior parte dei prodotti industriali.

Personalmente ho trovato questo libro molto interessante per un motivo molto semplice: offre delle risposte. Tutte le volte che mi son trovato a parlare (anche online) con veterinari della dieta dei cani la risposta è stata sempre più o meno la seguente: “La dieta dei cani è molto particolare, quindi la soluzione migliore è quella di dare loro delle crocchette in modo da evitare scompensi”. Risposta che mi ha sempre lasciato insoddisfatto: posso anche scegliere di dare ai miei tre cagnoloni solo crocchette, ma mi piacerebbe saperne qualcosa di più. Alcune risposte le ho trovate in questo libro. Poi, possono essere anche non condivisibili, ma sono a portata di ogni persona che si vuole interrogare su quello che effettivamente diamo da mangiare ai nostri amici pelosi.

Cani vegetariani. Verso un mondo senza sfruttamento offre diverse spiegazione (dal perché di una scelta vegetariana per i cani alla corretta somministrazione dei cibi, dall'abc della nutrizione all'attività fisica consigliata per mantenere i nostri cani in piena forma) e varie ricette da preparare in casa, con anche i consigli per la cottura dei cibi.

Intelligentemente l'edizione italiana riporta anche dei siti italiani di produttori e/o venditori di alimenti vegetariani per cani. Ne ho provato uno: ho acquistato dei prodotti vegani per i miei cani in piccola quantità per fare una prova. Le mie tre cagnolotte hanno gradito. Ho provato a somministrare loro questo cibo per qualche giorno, in piccole dosi per non creare loro problemi intestinali (ricordatevi che se cambiate tipologia di pappa ai cani non potete farlo in maniera drastica, ma si deve seguire un programma graduale). Ho, ovviamente, tenuto sotto controllo i cani: niente vomito né diarrea. Oggi, infine, ho fatto una prova con la bassotta (che è sempre schizzinosa quando si tratta di mangiare): in una ciotola ho messo dell'umido con trota, di cui lei è ghiotta; vicino, in un piattino (quindi non nella sua solita ciotola) un paio di pezzi di umido vegan. La cagnolina ha annusato entrambe le pietanze e poi ha scelto la pappa veg.

Con questo non voglio dire che l'alimentazione vegetariana sia l'unica da somministrare ai nostri cani. Ma non dobbiamo nemmeno escluderla a priori. Se poi qualche veterinario nutrizionista che legge Petsblog volesse darci qualche informazione in più, saremmo ben lieti di parlarne. A patto che non si dica: “La dieta dei cani è particolare quindi comprate le crocchette in commercio”...

Verona ReBow - Jonathan Dune
Cani vegetariani. Verso un mondo senza sfruttamento
prefazione di Todd Metcalf, veterinario
traduzione di Elena Grassi
Impronte di Luce, 2012
pp. 80, euro 12

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: