Conosciamo meglio i cani di razza carlino

Il carlino è un cane dolcissimo e molto affettuoso che però necessita di una particolare attenzione per quel che riguarda gli occhi.

Cani di razza carlino

Il carlino è un tipico cane da compagnia: dolcissimo con tutti si fa coccolare anche dagli estranei, pur amando il suo amico umano sopra ogni cosa. Capace di atteggiamenti che possono sorprendere (come, per esempio, passare del tempo a guardare la televisione, e starsene a dormire con la testa sul cuscino), ha molto senso dell’umorismo e gli piace molto scherzare e giocare (anche se, lo ammetto, a volte vedere i carlini agghindati con gonne, vestiti e accessori vari mi mete molta tristezza).

Il suo posto ideale è in casa, accanto al padrone: se volete rendere felice i carlini lasciateli soli il meno possibile. Non avendo molto bisogno di attività fisica è il cane adatto per le persone anziane.

Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino

Le origini della razza carlino


Cani di razza carlino

Il carlino – noto anche come pug, mops, doguillo – ha origini molto antiche: venne selezionato in Cina ed era il cane prediletto dai Mandarini, cioè dei funzionari della Cina imperiale. È diventato poi molto apprezzato in Olanda e in Inghilterra, tanto che ognuna di queste due nazioni ne reclama la paternità che oggi è riconosciuta alla Gran Bretagna.

Nell’Ottocento era il cane preferito dalle dame italiane, ma poi nel corso degli anni ha perso un po’ di fascino agli occhi degli italiani e delle italiane, anche se recentemente è una razza tornata in auge.

Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino

Aspetto e caratteristiche


Cani di razza carlino

Il carlino è sì un cane da compagnia ma è anche un molosso ide di piccola taglia e del molosso ha tutte le caratteristiche: è compatto, muscoloso, con testa larga e rotonda, muso largo e corto con delle rughe laterali. Le orecchie possono essere “a bottone” (cioè con il padiglione che ricade in avanti e la punta che aderisce alla testa – è la forma preferita) oppure a forma di rosa (vale a dire ripiegate indietro con parte del padiglione scoperto). La coda è ritorta è arricciata e se ha il doppio giro è molto apprezzata dai cultori della razza.

Il pelo è corto, morbido e liscio e il colore è diverso a seconda della varietà: argento, albicocca, fulvo o nero. Se di colore chiaro, c’è sempre una maschera nera ben definita che gli circonda il volto.

Il peso ideale è tra i 6,3 de gli 8,1 chilogrammi.

Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino

La salute del carlino


Cani di razza carlino

Come tutti i cani con il muso schiacciato soffre molto il caldo: quindi fate attenzione alla temperatura esterna se volete portarlo fuori. Il punto debole dei cani di razza carlino sono gli occhi che si infiammano facilmente: è fondamentale pulirli ogni giorno.

Da cuccioli vanno seguiti molto, perché sono molto delicati. A proposito di cuccioli di carlino: il parto è un problema molto spesso, tanto che il cesareo è quasi la norma per questi cani.

Se decidete di prendere un carlino, assicuratevi che abbia una ottima genealogia: non tanto (o non solo) per una questione di pedigree, ma perché, come tutti i piccoli molossoidi, se non viene selezionato in maniera adeguata si può andare incontro a gravi problemi di salute.

In ogni caso, il carlino non è un cane delicato: è molto robusto e si ammala difficilmente.

Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino
Cani di razza carlino

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail