Cinque suggerimenti per far superare al cane l’ansia da separazione

Alcuni cani soffrono molto di ansia da separazione e quando rimangono soli possono giungere anche a farsi del male. Ecco cinque consigli per aiutare Fido a superare il problema.

Cinque suggerimenti per far superare al cane l’ansia da separazione

L’ansia da separazione – vale a dire il comportamento distruttivo e i vocalizzi disperati del cane che accompagnano le uscite di casa del proprietario quando Fido rimane solo – è un problema che si risolve con la prevenzione, fin da quando Fido è cucciolo, abituandolo a restare da solo un po’ per volta.

Il problema può essere più serio con i cani adottati dal canile che potrebbe vivere nel terrore di essere abbandonato di nuovo. Come ripetuto più volte, l’errore più grande che si possa fare con i cani in genere e con quelli adottati da un canile in particolare è quello di farli vivere sotto una sorta di campana di vetro: in tal modo Fido non si sentirà mai sicuro e non acquisterà mai autostima perché gli verranno sempre tolte le occasioni di crescere.

Se si notano i segni di ansia da separazione (il cane che uggiola e segue l’umano che si appresta a uscire, o gratta alla porta appena siete usciti o vi fa feste esagerate quando rientrate o ancora si attacca morbosamente a un vostro oggetto oppure non vuole mangiare se non siete in casa) è bene correre ai ripari. Ecco cinque suggerimenti da mettere in pratica:


  1. accorciate i periodi in cui lasciate Fido da solo, ma senza eliminarli del tutto; quando il vostro cane non mostrerà più i sintomi si potranno allungare i tempi gradualmente;
  2. nel corso della giornata ignorare completamente il cane, prima per mezz’ora e poi piano piano fino a un’ora; ignoratelo anche se viene a chiedere coccole o se vi fa capire che vuole giocare;
  3. insegnateli gli esercizi basilari di obbedienza (seduto, terra, resta) che lo aiuteranno a stabilire una gerarchia precisa e contribuiranno a riequilibrarlo; se già glieli avete insegnate, rinfrescate la procedura;
  4. appena Fido avrà imparato il “seduto” e il “terra”, fatelo mettere in queste posizioni in una stanza e poi lentamente spostatevi in un’altra, non uscendo dal suo campo visivo agli inizi (e poi non facendovi vedere in un secondo momento); tornate quindi nella stanza lodandolo e premiandolo solo se avrà obbedito, mentre ignoratelo del tutto (anche se vi farà feste) se avrà lasciato la posizione che gli avete detto;
  5. sarebbe utile abituare Fido a starsene nella sua cuccia per un po’ di tempo: lui starà lì e non dovrà vedervi, e voi dovrete ignorare del tutto ogni suo tentativo di richiamare la vostra attenzione.

In ogni caso, mai, per nessun motivo, dovrete punire il vostro cane per un comportamento legato all’ansia, perché questo lo farebbe sentire più stressato e aumenterebbe il problema, invece di risolverlo.

Via | Valeria Rossi, Quando il cane abbaia...

  • shares
  • Mail