Perché il cane o il gatto continuano a prendere le pulci?

Ecco la risposta ad una domanda classica: perché nonostante gli antipulci, cani e gatti continuano a prendere le pulci lo stesso?

La situazione è questa: proprietario in stato di agitazione che lamenta il fatto che, nonostante l’applicazione dell’antipulci, il cane o il gatto in questione continua a prendere le pulci. Come mai l’antipulci non fa effetto? A questa domanda ci possono essere diverse risposte come spiegazione, il grande demone celeste non c’entra nulla in questo caso, andiamo dunque a vedere quali siano queste risposte.

Perché il cane o il gatto continua a prendere le pulci


Gatto picchia cane

Perché il mio cane/gatto continua a prendere le pulci nonostante l’applicazione dell’antiparassitario esterno, la pulizia ripetuta della casa, il fatto che viva perennemente in casa? Ecco qualche possibile risposta:


  • l’antiparassitario non è stato applicato correttamente. Se l’antipulci finisce quasi tutto sul pelo del cane/gatto, non servirà a nulla. Così come quando l’antipulci, soprattutto gli spot on, vengono messi subito prima o subito dopo il bagno: l’acqua porta via lo strato di grasso cutaneo su cui lo spot on si distribuisce e quindi di fatto l’antipulci non si diffonde regolarmente sul corpo del pet, ma rimane fermo nel punto di applicazione. Altro dettaglio, secondo me ancora più importante dei precedenti. Alla domanda classica del veterinario: "Mettete l’antipulci?" la risposta inevitabile è, con tanto di sguardo scandalizzato: "Ma certo!". Peccato che se si chiede la data di applicazione, minimo minimo risale a tre mesi prima, quando non addirittura all’anno precedente. Ora, non so perché la maggior parte dei proprietari sia convinta che basti applicare una tantum l’antipulci al pet per essere protetti per i prossimi 15 anni di vita del cane/gatto, ma vi svelo un segreto: l’antipulci dura massimo un mese come massima efficacia contro le pulci. Passato il mese, l’antipulci non funziona più (questo soprattutto se ci si trova in zone molto infestate, è vero che su alcuni bugiardini si leggono durate più lunghe, ma per esperienza durano massimo un mesetto) e le pulci sono libere di assaltare il vostro cane/gatto

  • l’antiparassitario non è quello corretto per il cane/gatto. Per esempio potreste avere preso un antipulci per il peso sbagliato. O magari uno troppo blando. E mi riferisco soprattutto ai prodotti naturali come i repellenti: vanno benissimo come coadiuvanti, ma se non c’è un solido antipulci alla base aspettatevi prima o poi di vedere comparire le pulci. Se finora non è successo, siete stati fortunati. E considerate anche che la maggior parte dei proprietari non si accorge che il loro beniamino alle pulci, almeno fino a quando non glielo dice il veterinario. Per cui fra dire "Non metto nulla al mio cane perché le pulci non le ha" ed avere un cane che effettivamente non ha le pulci, ce ne passa. Nel 99% dei casi quel cane che "non ha le pulci", in media ce le ha
  • bisogna fare una pulizia più approfondita. Lavate tappeti (e magari finché l’infestazione domestica non è passata, eliminateli dalla casa), copridivani, tende, piumoni. Cambiate le lenzuola, passate ripetutamente la Vaporella o il cento gradi ovunque, fatelo più e più volte. Le pulci sono tremendamente ostinate e si nascondono negli angolini più impensati
  • qualcuno sta portando costantemente in casa le pulci. Se l’antipulci è applicato correttamente, la pulizia della casa è stata ripetuta e approfondita, allora c’è un untore che porta in casa le pulci. Potrebbe essere un altro animale, magari un cane che va in passeggiata o quel cane dei vostri amici che ogni tanto viene a trovarvi o anche quell’altro gatto che ogni tanto esce. O ancora potremmo essere noi con scarpe e vestiti a portare in casa le uova delle pulci che, al calduccio, si riproducono e infestano i nostri pet
  • l’ambiente in cui vive il cane/gatto è pesantemente infestato da pulci. C’è anche da considerare che a volte i cani vanno in passeggiata in luoghi pesantemente infestati dalle pulci. Stesso discorso per i gatti che vivono dentro e fuori casa. O ancora i vostri vicini non applicano l’antipulci. Ecco che se c’è un ambiente pesantemente infestato, un solo antipulci, anche se applicato correttamente, non è sufficiente. In questo caso chiedete al vostro veterinario che tipo di abbinamento fare

Cosa fare

Ecco cosa fare se l’antipulci non funziona:


  • prima di prendere prodotti a casaccio in farmacia o nei negozi, consultate il veterinario. Starà a lui decidere quali abbinamenti sia possibile fare, la frequenza di applicazione e soprattutto vi consiglierà prodotti non tossici per il cane o per il gatto
  • assicurarsi di applicarlo regolarmente ogni 30 giorni
  • assicurarsi di aver disinfestato perfettamente la casa, cosa che andrebbe fatta contestualmente all’applicazione dell’antipulci
  • trattate tutti gli animali in casa, ognuno con lo specifico antipulci. E’ inutile trattare solo quello che esce e il gatto che vive sempre e solo in casa no: prima o poi gliele porteremo in casa noi con le scarpe ed essendo privo di antiparassitario sarà terreno fertile per le pulci

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria.

Foto | Fotoblasete

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail