Strade vietate ai cani, i cartelli della vergogna in Liguria

A Bogliasco è stato emanato un particolare divieto, che non farà piacere ai proprietari dei cani che vivono qui o che qui vogliono trascorrere le vacanze: strade vietate ai cani. E per quale motivo?

Strade vietate ai cani

Da Bogliasco, una cittadina in provincia di Genova, arrivano brutte notizie per tutti i proprietari di cani e per tutti i turisti che vorrebbero trascorrere qui le vacanze insieme a Fido: il comune ha deciso di proibire il transito ai cani in alcune strade della città. Sono già stati posizionati dei cartelli con il divieto di passeggiata insieme a Fido: divieto di transito per i nostri amici a quattrozampe? E quale sarebbe la motivazione di tale divieto?

Luca Pastorino, sindaco della città, spiega così la presenza di questi cartelli, che pare siano solo un grosso malinteso:

A Bogliasco non ci sono strade vietate alla circolazione dei cani. Le sole zone inibite sono e restano le spiagge (peraltro nella stagione invernale la spiaggia centrale può essere frequentata dai cani). I cartelli presenti sul territorio di Bogliasco risalgono ai tempi della precedente amministrazione che nel 2002 aveva adottato un’ordinanza restrittiva per certe zone del paese.

Pare che il testo sia già stato rettificato e quei cartelli dovrebbero trovarsi solo vicino agli accessi a spiagge e scogliere. Ma sembra che un paio siano sfuggiti alla rimozione, destando scalpore nella cittadina ligure: proibire le passeggiate ai cani in giro per la città non ha proprio senso. Certo, bisognerebbe fare controlli affinché i padroni di cani rispettino le ordinanze relative alla rimozione di eventuali bisognini dei cani dai marciapiedi, ma arrivare a proibire ai cani di camminare in giro per la città è un po' troppo.

Chissà la precedente amministrazione cosa pensava di fare installando questi cartelli: cartelli che di sicuro non aiutano il turismo (tanti i turisti con cani al seguito che, giustamente, potrebbero non gradire questo divieto), così come potrebbero non far piacere a chi in città ci vive tutto l'anno. Una ghettizzazione che speriamo di non dover più vedere in futuro in nessuna città: e speriamo che il sindaco tolga presto quei cartelli della vergogna!

Foto | da Flickr di elchupacabra

Via | IlSecoloXIX

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: