Brutus, il rottweiler che piange suo fratello morto

Immagini veramente commoventi quelle che ci mostrano Brutus un rottweiler che piange la morte di suo fratello Hank. E pensare che c’è chi ancora sostiene che gli animali non umani non provino sentimenti!

Da quando sono nati, Brutus e Hank – due cani di razza rottweiler – sono sempre stati inseparabili, compagni di giochi, di divertimento, di passeggiate: a loro non importava quello che si faceva, l’importante era che si facesse insieme. Purtroppo non è stato così fino alla fine.

Brutus e Hank sono stati adottati da Brett Bennett diverso tempo fa: Brett si era recato in un canile e aveva notato che quei due cuccioloni erano inseparabili e per questo motivo decise di adottarli insieme. La vita di Brutus e Hank è stata felice e Brett – così come ha fatto con altri cani – li ha educati in modo da essere molto equilibrati sì da poterli far diventare in cani da pet therapy.

Brutus, il rottweiler che piange suo fratello morto

Hank, purtroppo, mostrava segni di malattia e non c’è stato nulla da fare: alla fine è morto. Quando suo fratello Brutus si è reso conto di quel che è successo, gli si è spezzato il cuore: il suo amato fratello non c’era più! Un enorme sentimento di dolore si è impossessato di Brutus che non voleva in alcun modo abbandonare Hank e gli stava vicino il più possibile, ponendo la sua testa sul dorso di Hank, già morto.

Brett ha ripreso questi momenti e si vede Brutus che è inconsolabile: l’umano cerca di lenire il dolore del cagnolone, con carezze e parole dolci, ma nulla può far tornare vivo Hank e gli occhi di Brutus mostrano quanto lui stia soffrendo (e, in sottofondo, sentiamo anche le lacrime di Brett Bennett).

Stando a Brett Bennett, Hank sarebbe morto anche per il dolore che ha provato a seguito di un repentino cambiamento nella loro vita: Brett infatti aveva perso da poco il lavoro e con Brutus e Hank e altri tre cani adottati si era ritrovato a dover vivere in macchina. (Poco prima che Hank morisse, Brett aveva lanciato una campagna web per trovare una casa in affitto a Seattle per sé e per i suoi cani che difficilmente potranno superare l’inverno per via delle rigide temperature se resteranno in macchina)

Dopo aver visto il video di Brutus che piange Hank è impossibile che si continui a sostenere che gli animali non umani non provino emozioni.

Via | Seamos mas animales
Foto | Facebook

  • shares
  • Mail