Come fare per lavare un gatto

Come fare per lavare un gatto? Ecco qualche consiglio da tenere in considerazione per evitare problemi con Micio.

Come fare per lavare un gatto

Come fare per lavare un gatto? Sicuramente non è un'impresa facile, perché lo sanno anche i bambini che i mici non amano entrare a contatto con l'acqua. A differenza di Fido, chi invece adora fare il bagnetto, schizzarci tutti quanti mentre cerca di asciugarsi e prima di rituffarsi magari nella polvere, nella terra e nel fango!

I gatti sono animali autonomi. Anche per quello che riguarda la loro igiene personale. Passano praticamente tutto il giorno a leccarsi e a mantenere la loro pelliccia completamente pulita. Ma ci sono dei casi in cui potrebbe essere necessario un bel bagnetto, perché magari si sono sporcati con qualcosa che non possono mandare vi con la lingua o perché per necessità mediche ne hanno fortemente bisogno. Come fare il bagno a un gatto senza uscirne fuori pieni di graffi?


Come fare per lavare un gatto


Innanzitutto preparate il bagno con tutto l'occorrente a portata di mano vicino al lavandino o alla vasca da bagno. Così non dovrete allontanarvi e potrete fare tutto in fretta senza dover rincorrere un gatto bagnato per tutta casa. Poi forse è meglio tagliare le unghie al gatto prima di farlo entrare nell'acqua, così se vi graffierà non lo farà con artigli troppo taglienti.

Per invogliare Micio, mettete nella vasca da bagno i suoi giochi preferiti, così magari non soffrirà troppo. Armatevi di santa pazienza e magari fatevi aiutare per tenere fermo il gatto, soprattutto se è un pochino ribelle. L'importante è tenere lontane le sue zampe dal vostro volto. Magari mettete il sapone su un asciugamano bagnato così da massaggiare la pelliccia di Micio mentre riuscite a tenerlo meglio.

 

Foto iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO