Cani in regalo a Natale: la campagna di sensibilizzazione

ThinkDog lancia la sua campagna di sensibilizzazione: per Natale i cani non si regalano, si adottano.

Bambino con cucciolo di cane a Natale

Il Natale, per i nostri amici a quattro zampe, non vuol solo dire "cibi vietati dalla tavola di Natale per evitare di farli stare male", ma vuol anche dire una pessima abitudine: quella di regalare cuccioli di cani o altri animali per Natale. Il problema è che, spesso, non si riflette abbastanza su quello che vuol dire regalare un cucciolo: la nuova famiglia lo vuole veramente? Riuscirà ad organizzarsi per gestire il cucciolo? Tutti nella famiglia sono d'accordo nell'avere un cucciolo? Il guaio è che, durante le feste, quando si è a casa, tutto è bello e amorevole, ma poi arriva il 7 gennaio: i figli tornano a scuola, i genitori tornano al lavoro e quel cucciolo tanto amato due giorni prima, improvvisamente diventa un impiccio da dover gestire.

Il risultato? Orde di neo-proprietari di animali che il 7 gennaio si presentano puntualmente a canili, rifugi per animali o veterinari affermando di non volere più quel cucciolo che gli era stato regalato solamente qualche giorno prima, che non hanno tempo o voglia per gestirlo passata la novità iniziale e che cercano un metodo veloce o rapido per sbarazzarsene (solitamente pensano di mollarlo come se fosse un pacco postale al primo volontario o veterinario che gli capita a tiro). Il tutto fra pianti disperati di figli che non capiscono perché prima gli è stato regalato un cucciolo e poi, di punto in bianco, gli viene tolto. Il che è molto diseducativo: insegna ai bambini che un cane o un animale è come un oggetto, usa e getta, che tieni finché c'è la novità, ma di cui puoi sbarazzartene facilmente quando ti sei stancato della novità.

La campagna di sensibilizzazione di ThinkDog contro i cani regalati a Natale

Campagna: I cani non si regalano di ThinkDog

Ecco che allora ThinkDog e Angelo Vaira hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione contro l'abitudine di regalare cani e animali a Natale: #icaninonsiregalano #icanisiadottano #adozioneconsapevole. Per contrastare la moda di regalare animali a Natale, la scuola cinofila ThinkDog, insieme a due Rifugi per cani, ha deciso di regalare il corso "Ascolta il tuo cane" a un adottante estratto a sorte. Inoltre un volontario per ogni canile potrà seguire il corso annuale di Educatore cinofilo di ThinkDog.

Il fatto è che molti regalano animali superficialmente, come se fossero oggetti inanimati qualsiasi. Ma regalare un cane non è come regalare una sciarpa. Parliamo di esseri viventi e la scelta di convivere con un animale deve essere un fatto personale e consapevole, non qualcosa che ci viene imposto di punto in bianco da terzi.

Angelo Vaira di ThinkDog ha così spiegato: "Si deve trattare di una adozione consapevole del fatto che si accoglie nella propria vita una 'persona' a tutti gli effetti e che la nostra esistenza cambierà radicalmente e in meglio. Bisogna essere consapevoli anche di una serie di fattori e impegni necessari quali le spese veterinarie, il cibo di qualità, o l'eventuale affiancamento di un professionista nel caso si dovessero manifestare problemi comportamentali".

ThinkDog, insieme all'associazione L'Asilo del Cane (la quale gestisce un canile a Palazzolo Milanese e il Rifugio Fata Onlus di Lamezia), ha creato una pagina-evento collegata all'account Facebook di ThinkDog: qui si potranno adottare cani in vista del Natale. Quando l'evento si chiuderà, ecco che con un'estrazione a sorte un adottante potrà vincere il premio in palio. L'estrazione avverrà tramite una diretta Facebook con Angelo Vaira e Rosita Celentano. Durante l'occasione, poi, due volontari dei canili partner verranno scelti per partecipare al corso da Educatore cinofilo.

Troverete i cani da adottare nella pagina evento di Facebook dal titolo "A Natale non regalare cani, fai adozioni consapevoli".

Via | EmmePress

Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail