Perché il gatto mi morde i capelli?

Perché il gatto mi morde i capelli?

Avete un gatto che vi lecca i capelli, arrivando anche a mordicchiarli? Ecco cosa vuole dire questo particolare comportamento felino.

Molti proprietari di gatti notificano il fatto che il loro gatto, spesso e volentieri, morde i capelli. A volte il gatto si limita a leccarli, a volte arriva a mordicchiarli. Spesso il comportamento viene messo in atto di notte, ma a volte capita anche di giorno quando siamo seduti da qualche parte e il gatto riesce ad arrivare ai nostri capelli. Ma cosa vuol dire quando il gatto morde e lecca i capelli? Beh, tecnicamente è un comportamento normale sociale dei felini.

Gatto che lecca e morde i capelli è normale

Se guardate un gruppo di gatti, vi renderete conto che i mici passano gran parte del loro tempo a leccarsi a vicenda. Questo comportamento di allogrooming, di pulizia di gruppo, ha un significato sociale: vuol dire rimuovere dal pelo e dalle pelle degli altri gatti odori sconosciuti per lasciarvi i propri. E il gatto fa la stessa cosa con voi: lascia il suo odore per dire a tutto il resto del mondo e a se stesso che voi gli appartenete.

Anche mamma gatto lecca e ripulisce costantemente i gattini: nel caso del vostro gatto potrebbe essere un comportamento atavico che richiama alla mente del gatto quello materno.

Quando però il gatto passa dal leccare al mordicchiare, ecco che il significato cambia leggermente: probabilmente il gatto vi sta dicendo che vuole giocare con voi. Infatti spesso il mordicchiamento dei capelli avviene in piena notte, quando il gatto è più attivo, si annoia e cerca di svegliarvi per giocare insieme a lui.

Leccamento e mordicchiamento dei capelli come segnale di ansia o stress

Tutto quanto visto finora vale se il gatto è tranquillo e rilassato e non ha altri problemi comportamentali. Infatti un leccamento e mordicchiamento eccessivo in presenza anche di altri sintomi, potrebbe indicare una forma di stress, ansia o noia nel gatto: il gatto mette in atto questo comportamento compulsivo per autotranquillizzarsi e rilasciare endorfine che lo aiutano a convivere con il suo stato di ansia.

In questo caso sarebbe bene cercare di capire perché il gatto sia annoiato, stressato o ansioso e porvi rimedio prima che i sintomi peggiorino oltre.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog