Animal Hoarding: cosa è e come riconoscerlo

Animal Hoarding: cosa è e come riconoscerlo

La tendenza ad accumulare animali è un fenomeno serio. Impariamo a conoscerlo e a capire quando ci troviamo di fronte a un accumulatore.

L’animal hoarding, ovvero la tendenza ad accumulare animali, è un fenomeno spesso sottovalutato, poiché non di rado tendiamo a pensare che una persona che possiede molti animali sia un eroe che magari li ha salvati dalla strada o da un terribile destino. La situazione però è molto più complessa e delicata di così. Spesso non ci soffermiamo a pensare infatti alle ripercussioni che l’accumulo di animali ha sulla salute e il benessere di questi ultimi, oltre che su quella del proprietario. Ma perché una persona accumula animali, e come possiamo definire questo disturbo?

Innanzitutto, per definirsi accumulatrice seriale, una persona deve avere un numero di animali molto alto, maggiore rispetto al tipico numero di animali da compagnia. A causa del numero elevato di animali l’individuo non riesce a garantire loro sufficiente cibo, una condizione igienica adeguata e le giuste cure veterinarie.
L’accumulatore negherà sempre di non riuscire a garantire le giuste cure e attenzione ai propri animali, poiché è convinto di far loro del bene, di aiutarli, trascurando o addirittura non vedendo la presenza di chiari segni di malnutrizione o sofferenza.

Da cosa scaturisca questo bisogno di possedere tanti animali non è ben chiaro. Tra le ipotesi vi sono quelle che classificano questo disturbo fra quelli ossessivo-compulsivi. C’è invece chi pensa che possa trattarsi di un disturbo dell’attaccamento unito a disturbi della personalità, depressione o altre condizioni mentali.

Come riconoscere un accumulatore di animali?

Come abbiamo accennato, l’accumulatore pensa di far del bene agli animali che possiede, accattivandosi magari la simpatia della gente raccontando la situazione in maniera distorta. Se invece si osserva l’individuo e il luogo in cui vive, possiamo comprendere se si tratta di un accumulatore seriale innanzitutto dal numero di animali in suo possesso. Inoltre, la casa in cui vive è spesso disordinata, danneggiata e in pessime condizioni igieniche. Gli animali possono apparire letargici, denutriti e sporchi, probabilmente con pulci e parassiti.

Purtroppo gli accumulatori seriali non si rendono conto dell’enorme danno che provocano ai poveri animali che portano con sé, non solo per le condizioni in cui poi sono costretti a vivere, ma anche a causa delle possibilità – negatagli – di trovare una famiglia amorevole.

via | Amoreaquattrozampe
Foto di Shutterbug75 da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog