Accumulatrice di animali aveva 50 cani in casa: salvataggio dell'Oipa

Una cinquantina di cani sono stati salvati dalla casa di un’accumulatrice di Arezzo. Ecco come si sono svolti i fatti.

Cane muso

Nelle scorse settimane le guardie zoofile dell’Oipa hanno salvato una cinquantina di cani che vivevano dentro la casa di una vera e propria accumulatrice di animali. I fatti si sono svolti ad Arezzo, dove la donna teneva i cani in casa e in giardino, lasciandoli liberi di accoppiarsi, di attaccarsi e di causarsi ferite anche gravi, senza il minimo controllo.

La donna teneva in casa anche svariate cucciolate di cani di razza e di incroci fra carlini, bulldog francesi e chihuahua.

Dopo aver ricevuto una segnalazione, i volontari dell’Oipa sono giunti sul posto per effettuare un sopralluogo, ed hanno assistito a una scena davvero incredibile. Gli animali erano in evidente stato di stress, non erano accuditi in modo adeguato ed avevano assoluto bisogno di aiuto.

Questa non era la prima volta che la donna veniva segnalata. A quanto sembra questa persona aveva la convinzione assurda di fare il bene degli animali tenendoli in quelle condizioni. Dopo aver salvato i più di cinquanta cagnolini, le guardie zoofile dell’OIPA hanno trovato stalli momentanei per tutti, e li hanno sottoposti alle necessarie cure e vaccinazioni. I volontari hanno anche indetto un’asta di solidarietà, alla quale ha preso parte anche Jovanotti, donando degli oggetti da lui autografati.

Adesso che i cucciolotti sono stati affidati alle nuove famiglie rimane da seguire il caso della donna, già posta sotto l’attenzione dei servizi sociali e delle forze dell’ordine. Le guardie chiederanno infatti che le venga impedito di detenere altri animali in futuro, in modo che non rischi di mettere nuovamente in pericolo il benessere di tanti altri cucciolotti innocenti.

via | Guardiezoofile.info

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail