Disautonomia nel cane: cause, sintomi e terapia

Oggi andremo a parlare di disautonomia nel cane, andiamo a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia.

Cavalier King Charles Spaniel

Disautonomia nel cane – Obiettivamente quando si parla di disautonomia siamo abituati più che altro a parlarne nel gatto, anche se a dire il vero qui in Italia non è che si veda spesso questa malattia. Per contro pare che nel Regno Unito provochi delle vere epidemie. Comunque sia, esiste una forma di disautonomia anche nel cane: oggi andremo a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia di questa patologia che viene definita come una forma di polineuropatia degenerativa.

Disautonomia nel cane: cause e sintomi

Come anticipavamo, la disautonomia nel cane o disautonomia canina è definitiva come una forma di polineuropatia degenerativa caratterizzata da degenerazione neuronale del sistema nervoso autonomo, somatico, centrale, periferico e/o del sistema nervoso enterico. Vista l’estensione del problema ecco che provoca effetti multisistemici, simili, ma non identici alla disautonomia del cavallo, gatto, coniglio e lepre.

Non si stupirà nessuno sapere che la disautonomia del cane è stata descritta per la prima volta in Inghilterra nel 1983, anche se dall’epoca poi non ci sono state altre segnalazioni. Pare essere più diffusa negli Stati Uniti rispetto all’Europa, anche sene sono stati segnalati casi sporadici in Scozia, Grecia, Germania, Belgio e Norvegia.

I sintomi della disautonomia nel cane sono:

  • vomito acuto
  • diarrea
  • ottundimento del sensorio
  • anoressia
  • riduzione o assenza del tono anale
  • assenza del riflesso pupillare
  • assenza di lacrimazione
  • midriasi
  • procidenza della terza palpebra

Come effetti secondari del malfunzionamento del sistema nervoso autonomo abbiamo:

  • letargia
  • broncopolmonite ab ingestis
  • grave dimagramento

Disautonomia nel cane: diagnosi e terapia

Non esiste un esame intra vitam che possa diagnosticare con certezza la disautonomia nel cane, tutti gli esami di laboratorio sono aspecifici. Di solito la diagnosi si fa tramite la somministrazione di pilocarpina diluita: se si ha rapida miosi, ecco che viene confermata la disautonomia. Purtroppo non esiste cura e la prognosi è sempre riservata.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | shankbone

  • shares
  • Mail