Diarrea da Clostridi nel gatto: cause, sintomi e terapia dell'enterotossicosi da C. Perfringens

Il Clostridium perfringens potrebbe causare una forma di diarrea con enterotossicosi anche nel gatto. Ecco allora cause, sintomi, diagnosi e terapia.

Gatto nella scatola

Il batterio Clostridium perfringens è un batterio normalmente presente nell'ambiente: lo si trova tranquillamente nella vegetazione in decomposizione, ma anche in carni e pollami crudi o non ben cotti. Se livelli elevati di questo batterio si trovano nell'intestino, ecco che potrebbero causare forme di enterotossicosi da Clostridi che possono condurre a forme di diarrea da Clostridi nel gatto. Solitamente nel gatto questa patologia è molto rara: siamo abituati a vedere forme di clostridiosi nei cani o anche nei conigli. La maggior parte dei gatti attua una risposta immunitaria adeguata a contrastare la malattia, tuttavia in alcuni casi potrebbero sviluppare malattia.

Diarrea da Clostridi nel gatto: cause e sintomi

L'enterotossicosi da Clostridi è solitamente provocata da una crescita eccessiva e anomala di batteri Clostridium perfringens nell'intestino. Spesso i batteri vengono acquisiti dall'ambiente o per consumo di carne cruda o poco cotta. Altri fattori di rischio riconosciuti sono:

  • variazioni nella dieta
  • pH del succo intestinale troppo alto
  • immunodepressione
  • contatto con altri gatti malati
  • altre patologie gastroenteriche concomitanti

Solitamente il gatto è piuttosto resistente all'infezione da Clostridi: la malattia tende a essere limitata al tratto intestinale e raramente procede verso la malattia sistemica. Nelle forme acute, i sintomi possono durare una settimana, mentre nelle forme croniche abbiamo periodiche recidive ogni tot settimane che possono andare avanti anche mesi o anni. Comunque dobbiamo ammettere che è una malattia di raro riscontro nel gatto.

I sintomi dell'enterotossicosi da Clostridi nel gatto sono:

  • diarrea mucosa con tracce di sangue
  • aumento del volume fecale
  • dimagramento
  • tenesmo
  • vomito
  • dolore addominale
  • meteorismo
  • febbre (rara)

Diarrea da Clostridi nel gatto: diagnosi e terapia

La diagnosi di Clostridiosi e enterotossicosi nel gatto prevede visita, anamnesi e esami completi, incluso l'isolamento del Clostridio dalle feci. Dai soli sintomi non è possibile effettuare diagnosi perché sono comuni a decine e decine di altre malattie intestinali del gatto.

La terapia prevede la somministrazione di antibiotici attivi contro il Clostridio e tutta la terapia sintomatica del caso: fluidoterapia per evitare disidratazione e squilibri elettrolitici, fermenti lattici (probiotici e prebiotici), addensanti delle feci e sostegno vitaminico. Inoltre il vostro veterinario provvederà anche a correggere la dieta se necessario.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail