Uomo viene sfrattato e abbandona un serpente e un drago barbuto nell'appartamento

Un uomo è stato sfrattato dal suo appartamento, e ha abbandonato un serpente del grano e un drago barbuto.

drago barbuto

Ormai molte persone scelgono di accogliere in casa un animale domestico con cui condividere la vita e la propria quotidianità. Si può scegliere di aprire le porte di casa propria sia per avere qualcuno che ci faccia compagnia, sia per aggiungere un membro ad una famiglia numerosa o per aiutare un cucciolo nel momento di bisogno.

Quando parliamo di animali domestici bisogna ammettere che la prima cosa che ci viene in mente sono i “classici” animali da compagnia (cane, gatto o anche un coniglietto). Solo in un secondo momento prendiamo in considerazione animali meno commerciali, come i rettili.

Sono proprio due rettili i protagonisti della storia che vogliamo raccontarvi. Il padrone di due rettili, un ragazzo di Milano, proprietario di un serpente del grano e di un drago barbuto, ha infatti lasciato l’appartamento dove viveva con i due animali dopo essere stato sfrattato, abbandonando però questi ultimi all’interno dell’abitazione.

È stato il proprietario dell’immobile a trovare i due poveri animali, abbandonati a loro stessi e in condizioni igienico-sanitarie pessime. Non riuscendo a mettersi in contatto con l’ex inquilino, il proprietario della casa ha dunque avvisato l’Unità Tutela animali della Polizia locale. Giunti sul posto, gli agenti hanno trovato i due rettili in due teche, senza né cibo né acqua, in condizioni pessime sia dal punto di vista igienico che dal punto di vista sanitario.

I terrai in cui si trovavo infatti avevano una temperatura troppo bassa per i due animali. Il serpente era letargico e in uno stato di ipotermia, mentre il drago barbuto ha risposto agli stimoli solo dopo numerosi tentativi.

I due poveri animali sono fortunatamente salvi, e una persona ha fatto sapere che si potrà prendersi cura di loro per il momento. Il vecchio padrone invece è stato denunciato per maltrattamento e abbandono di animali.

via | Tio.ch
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail