Mascherina cani: ha senso usarla?

Qualcuno ha proposto di usare le mascherine per cani a causa del Coronavirus, ma si tratta più che altro di una trovata commerciale.

Mascherina cani

Mascherina cani: ha senso usarla per proteggere i nostri cani dal Coronavirus? La domanda è legittima visto che molti proprietari si preoccupano di come tutelare i propri animali domestici. Tuttavia, esattamente come successo con l'idea "geniale" di disinfettare le zampe dei cani con la candeggina (cosa da NON fare assolutamente a meno che non vogliate creare dermatiti e lesioni dolorose ai vostri cani), anche questa idea cela più rischi che benefici. Il fatto è che si tratta fondamentalmente di una mossa commerciale, una trovata di marketing che sfrutta le paure del momento.

Mascherine cani: perché non serve?

La questione è questa. In tutto il mondo sono stati segnalati sporadici casi di cani e gatti che hanno contratto il Sars-Cov-2 dai loro proprietari malati di Covid-19. Si è trattato di casi isolati, probabilmente legati allo stretto contatto con persone malate che non hanno badato a mantenere le distanze o a indossare i dispositivi di protezione quando interagivano con i loro animali. Si ipotizza che l'alta carica virale si sia potuta trasmettere a questi animali, provocando in alcuni casi lievi simili. Ma attenzione: non è possibile la situazione contraria, cioè la trasmissione da animali domestici a uomo.

Precisato questo, qualcuno deve aver ben pensato di immettere sul mercato delle mascherine per cani con la motivazione di volerli proteggere da eventuali contatti col Coronavirus, si trovano anche su Amazon. Ma di per sé queste mascherine ai nostri animali servono a poco o niente. Un cane che vive sempre e solo col suo nucleo famigliare e che viene portato in passeggiata, se non viene manipolato a distanza ravvicinata da ogni perfetto sconosciuto che incontra al parco non può venire contagiato perché il Coronavirus non si trasmette per contatto aereo.

Ma nel caso di un cane convivente con una persona malata? Anche in questo caso la cosa migliore da fare non è mettere la mascherina al cane, bensì fare in modo che il malato non interagisca troppo da vicino col cane, non gli dia continuamente bacini, usi la mascherina quando si avvicina al cane e si lavi le mani prima e dopo ogni contatto. E' questo quello che deve fare, non mettere la mascherina al cane.

Mascherina cani: possibili problemi

Oltre al fatto che la mascherina non serve al cane, potrebbe causare più problemi che altro:

  • alcalosi respiratoria: il cane non può dirci che quella mascherina gli sta causando problemi di respirazione e che deve togliersela un attimo per ossigenare bene, con l'ovvio rischio che sviluppi alcalosi respiratoria per aver respirato troppa anidride carbonica (pericolosa soprattutto se il cane fa attività motoria con la mascherina)
  • si mangia la mascherina: la maggior parte dei cani non tollerererebbe la mascherina e con le zampe riuscirebbe a toglierla. Ci sono cani che potrebbero decidere di sgranocchiarla e mangiarla, rischiando così anche un blocco intestinale da corpo estraneo
  • stress: la maggior parte dei proprietari quando gli si prospetta l'idea di mettere la museruola al cane per fare una manovra veterinaria da 5 minuti va in ansia, paventando stress e ansie terribili al cane (questo almeno fino a quando il cane non morde loro, in questo caso si convincono immediatamente che l'uso della museruola è buono e giusto in determinate circostanze). Però magari sono gli stessi che non ci penserebbero due volte a far mettere una mascherina al cane: perché, questa non provoca ansia al cane? Considerando che magari la mascherina devono tenerla per più tempo?

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Amazon

  • shares
  • Mail