Criceti: il difficile rapporto con gli zuccheri

criceto winter white pearl

Immagino che l'ultimo dei vostri pensieri sia far soffrire il vostro bellissimo cricetino. Vediamo dunque come non fargli venire il diabete fin dai primi mesi di vita. Premessa importantissima è non prendere mangimi con elementi colorati al loro interno: spesso infatti questi sono molto belli alla vista, ma non altrettanto sani.

Ogni semino che viene colorato chimicamente non fa bene all'animaletto: meglio dunque verificare sempre che i semini dati al vostro criceto siano i più naturali possibile.

I criceti non sono affatto sciocchi: quando riempirete la loro ciotolina di delizie, i primi semi che vengono letteralmente divorati sono quelli di girasole, ovvero i più grassi. Così a procedere fino a lasciare nella ciotola, furbescamente, le cose più sane. Per allora noi ci saremo stancati di vedere sempre le stesse cose nella ciotolina, cambieremo il mix e il criceto torna a mangiare solo elementi grassi e pieni di carboidrati. Peggio di noialtri umani vero?

Estremamente importante, per un esserino così piccolo, è una dieta assolutamente bilanciata. Parlando di peso ideale per un criceto adulto ci aggiriamo, per un Roborowski tra i 30 e i 35 gr, per un winter white tra i 45 e i 55 gr, e per un dorato tra i 110 e i 130 gr. L'ultimo caso varia anche a seconda del fatto che si tratti di maschio o femmina: le femminucce sono in genere un po' più grandicelle.

Non vi spaventate se il vostro criceto pesa più del previsto, talvolta si tratta di vera e propria costituzione: alcuni cricetini, nonostante l'alimentazione corretta, sono un po' più in carne.

Eliminiamo dunque dalla dieta tutti i cibi zuccherosi: biscottini, caramelline, merendine, patatine, e mi raccomando mai il cioccolato o il gelato. Introduciamo invece una serie di verdure che devono essere somministrate ogni sera appena il cricetino si sveglia: sì ad ogni tipo di insalata, vanno bene i piselli, il peperone rosso che contiene molta vitamina c, i finocchi, il sedano, i broccoli lessati. Attenzione mai cibi freddi di frigorifero o mai bagnati.

Da somministrare con un po' più di parsimonia è la frutta, solo due volte a settimana: di per sè è infatti più zuccherina. I criceti sono in genere golosissimi di mele, vanno bene anche pesche, albicocche, banane, uva e fragole. Se volete fare uno strappo, una volta al mese, potete dare della frutta secca quali mandorle, pinoli o noci: ne sono golosissimi e una eccezione ogni tanto è concessa. Integriamo con le proteine e diamo un cucchiaino di yogurt magro, un cubetto di formaggio non salato o un cubetto di pollo lessato. E i vostri cricetini cosa amano mangiare di più?

  • shares
  • Mail