• Petsblog
  • Gatti
  • Vomito nel gatto con insufficienza renale: cause e cosa fare

Vomito nel gatto con insufficienza renale: cause e cosa fare

Vomito nel gatto con insufficienza renale: cause e cosa fare

Uno dei sintomi più frequenti in corso di insufficienza renale nel gatto è il vomito: ecco da cosa dipende e cosa fare.

Vomito nel gatto e insufficienza renale nel gatto: è uno dei sintomi più comuni. Quando si parla di insufficienza renale nel gatto, si cita spesso come sintomo il vomito. E’ uno dei sintomi più comuni, sintomo aspecifico perché riferibile a tantissime altre malattie, ma che spesso è presente in corso di insufficienza renale. Ma perché un gatto con insufficienza renale vomita? Il motivo è presto detto: è tutta colpa dell’aumento dell’azotemia che va ad intossicare il sistema nervoso centrale, stimolando così il vomito.

Perché nell’insufficienza renale del gatto c’è il vomito?

In corso di insufficienza renale si ha un aumento dell’azotemia e della creatinina. Se quest’ultima deriva dal catabolismo muscolare, con il termine di azotemia si indica la quantità di azoto non proteico presente nel sangue. Con il termine BUN, invece, si indica l’azoto ureico, derivante dal valore precedente.

In corso di insufficienza renale, il rene non è più in grado di svolgere le sue normali funzioni. Fra di esse, vi è la capacità di eliminare le scorie azotate dal sangue. Il rene, infatti, normalmente funziona come un filtro che elimina le scorie azotate dal sangue tramite l’escrezione urinaria. Se il rene non funziona, però, tutte queste scorie azotate rimangono nel sangue. Quando i valori superano quelli soglia, ecco che tali scorie si accumulano nel sangue e arrivano anche a livello encefalico. Qui non vengono tollerati alti livelli di azotemia ed ecco che compaiono sintomi come il vomito e l’ottundimento del sensorio.

Si potrebbe quasi dire che in corso di insufficienza renale, il gatto è autointossicato dalle proprie scorie azotate che vanno ad intossicare anche il sistema nervoso.

Un altro dato è che, spesso, in corso di insufficienza renale, si vede del vomito con sangue (anche diarrea con sangue). Questo sangue presente nel vomito è solitamente legato al fatto che in caso di IRC si creano delle ulcere su tutto l’apparato gastroenterico, il che fa sì che compaia sangue nel vomito e nelle feci. Talvolta, invece, il sangue proviene da ulcere presenti in bocca: parte dell’urea viene eliminata anche tramite le ghiandole salivari. L’urea, infatti, fa parte della saliva: aumentando a livello del sangue, ecco che ne viene escreta anche di più a livello delle ghiandole salivari, con conseguente formazione di ulcere a livello delle mucose.

Cosa fare in caso di vomito da insufficienza renale nel gatto?

In corso di terapia per l’insufficienza renale del gatto, il vostro veterinario nel protocollo inserirà anche farmaci per cercare di fermare il vomito. Ovviamente, accanto a questi sintomatici, bisogna ricordare che la causa primaria del vomito è l’aumento dell’azotemia: riuscendo a diminuire questa nel sangue tramite flebo, ipodermoclisi, integratori e appositi mangimi commerciali, automaticamente si ridurrà anche lo stimolo del vomito.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog