Ponte dell'Arcobaleno: qual è la leggenda e dove si trova

Al Ponte dell'Arcobaleno ci aspettano gli amici cani, gatti, criceti, conigli, pesciolini, uccelli... che hanno vissuto con noi per vivere poi una vita sempre felice.

Ponte dell'Arcobaleno: qual è la leggenda e dove si trova

Quando un nostro amico peloso muore, siamo molto tristi e le fasi di elaborazione del lutto sono uguali a quelle del lutto per la perdita di una persona cara. Del resto cani, gatti, criceti, conigli e tutti gli animali da compagnia spesso trascorrono anni insieme a noi e negare che si instauri un profondo legame tra noi e loro significa negar l'evidenza.

La nostra tradizione religiosa vuole che le anime di noi umani vadano in paradiso (o all'inferno!), mentre la vita dei nostri amici animali terminerebbe con la morte. Questa posizione, frutto di un modo di pensare l'uomo come centro dell'universo, è messa in dubbio oggi da diversi teologi (basti pensare ad Adriana Zarri, per esempio). Ci sono altre tradizioni religiose, invece, che contemplano un al di là anche per i nostri amici animali. Una di queste legge, di origine indiana se non sbaglio, parla del Ponte dell'Arcobaleno.

La leggenda del Ponte dell'Arcobaleno

Narra la leggenda che dall’altra parte dell’arcobaleno esista un posto chiamato Ponte Arcobaleno. Quando un cane, un gatto, un coniglietto, un criceto muore va lì, in quel luogo speciale in cui ci sono prati e colline per tutti i nostri amici, che possono correre e giocare. Essendo un posto speciale, c'è tanta pappa, acqua sempre fresca e il sole che riscalda tutti. È speciale anche perché lì tutti i nostri amici stanno bene: quelli vecchi ora sono giovani, quelli malati sono in splendida forma, quelli abbandonati sono felici con i loro amici, quelli a cui è stato fatto del male sono guariti e felici. C'è solo un dispiacere che accomuna tutti gli abitanti del Ponte Arcobaleno: la nostalgia verso qualcuno davvero speciale che hanno dovuto lasciare.

Lì, al Ponte Arcobaleno, tutti giocano insieme: i cani con i gatti, i gatti con i pesciolini rossi, i conigli con i furetti e i criceti con i serpenti.

Capita, però, che qualche volta qualche animale si fermi improvvisamente ed inizi a scrutare l'orizzonte: si tende, guarda, osserva. All'improvviso lascia il gruppo e corre verso un punto ben preciso (sì, anche le tartarughe corrono): stai arrivando tu, la persona speciale che tanto gli mancavi. Baci, carezze, leccatine, morsetti... ora starete insieme per sempre. Altro che pentola piena di monete d'oro!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: