Tumori nelle cavie: le principali neoplasie dei porcellini d’India

Le cavie possono avere dei tumori? Certo che sì, ecco i principali.

cavie rock

Tumori nelle cavie – Anche le cavie possono sviluppare dei tumori. In generale le neoplasie sono delle proliferazioni anormali di cellule e possono essere sia benigne (ma ciò non vuol dire che non creino problemi meccanici locali) che maligne. Detto questo, diciamo che i tumori non sono malattie così frequenti nelle cavie, di sicuro tendono a comparire più facilmente nelle cavie di età superiore ai quattro o cinque anni. Da questa età in poi è abbastanza frequente vedere cavie sviluppare tumori.

Tumori nelle cavie: le neoplasie più frequenti?

Uno dei tumori più frequenti nelle cavie è il linfoma, spesso associato a leucemia. I sintomi possono comprendere:

  • pelo arruffato
  • linfonodi ingrossati
  • aumento di volume di fegato e milza

Altro tumore che può comparire nelle cavie sono le neoplasie cutanee, soprattutto si tratta di tricoepiteliomi. In questo caso li si vede spesso nelle cavie giovani, alla base della coda.

Come dicevamo prima, i tumori sono delle proliferazioni anomale delle cellule del corpo. Non si conosce la causa per cui alcune cavie sviluppino tumori e altre no, ma certo è che pare esserci una predisposizione genetica alla base. Quindi converrebbe escludere dalla riproduzione le cavie che presentano la formazione di tumori (ovviamente ci si riferisce a quei tumori che non danno gravi sintomi sistemici, in questo caso nessuno si sognerebbe di far riprodurre una cavia che sta morendo di tumore, almeno mi auguro).

Tumori nelle cavie: cosa fare?

Per quanto riguarda la diagnosi di tumore nelle cavie, se notate qualsiasi cosa sospetta nella cavia (mantello opaco o scadente, noduli strani, calo dell’appetito...) portatela subito dal vostro veterinario esperto di esotici. Dopo la visita vi potrebbe proporre delle indagini diagnostiche (esami citologici, radiografie, ecografia addominale, esami del sangue completi, esame delle urin...) per cercare di capire se si tratti di un tumore e se sì se sia asportabile o meno. E se abbia senso asportarlo: un tumore maligno già metastatico non ha senso per esempio asportarlo. Bisogna valutare dove la chirurgia possa fare più male che bene.

La terapia dipende dal tipo di tumore, dalla localizzazione, dall’età della cavia, dalla presenza o meno di sintomi sistemici, dalla presenza o meno di metastasi. Diciamo che i tumori cutanei benigni una volta asportati non dovrebbero dare problemi, mentre per quanto riguarda forme di linfoma o di leucemia la prognosi è infausta, di solito la morte sopraggiunge poche settimane dopo la diagnosi.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | cupcakegoshxx

  • shares
  • Mail