Infezione da Coronavirus nel cane: cause, sintomi e terapia

Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia dell'infezione da Coronavirus nel cane.

rottweiler

Infezione da Coronavirus nel cane – Siamo abituati a pensare sempre e solo al Coronavirus del gatto, quello responsabile della FIP e di alcune forme di diarrea virale nel gatto. Eppure anche il cane può essere colpito dal Coronavirus canino. Questo tipo di virus è specifico per il cane, quindi non va confuso con il Coronavirus del gatto. Di solito provoca infezione del piccolo intestino con coinvolgimento linfonodale locale, spesso dà sintomi lievi, ma se si manifesta insieme ad altri virus come quello della Pavovirosi ecco che può scatenare diarre moltopiù gravi. Soprattutto i cuccioli sono sensibili a questa patologia.

Infezione da Coronavirus nel cane: cause se sintomi

Come anticipavamo, il Coronavirus si replica nel piccolo intestino, nella parte prossimale e provoca infiammazione locale con coinvolgimento linfonodale. La via di trasmissione di solito è diretta tramite il contatto con feci di altri cani malati e il virus può persistere nell'ambiente per almeno sei mesi. Stress, sovraffollamento e scarse condizioni igieniche possono favorire la diffusione del virus.

Per quanto riguarda i sintomi dell'infezione da Coronavirus nel cane (CCV) di solito negli adulti la maggior parte delle volte si ha un'infezione asintomatica. Talvolta, invece, si ha vomito con qualche giorno di diarrea liquida giallo-verde-arancione. La febbre è rara, mentre sono comuni abbattimento e anoressia. Raramente si hanno sintomi respiratori lievi.

Nei cuccioli, invece, i sintomi sono più gravi: la diarrea prolungata provoca disidratazione, enterite e anche morte.

Infezione da Coronavirus nel cane: diagnosi e terapia

Dal punto di vista dei sintomi l'infezione da Coronavirus è del tutto indistinguibile da altre infezioni virali, batteriche, parassitarie o da intolleranze e allergie alimentari o da intossicazioni. Ecco che per diagnosticare con certezza questa patologia bisogna fare esami sierologici.

La terapia è sintomatica, non esiste una cura specifica. Soprattutto nei cuccioli vomito e diarrea devono essere bloccati il prima possibile in quanto provocano grave disidratazione e morte nel giro di pochissimo tempo. Quindi terapia antibiotica (soprattutto per bloccare le sovrinfezioni batteriche che complicano il quadro), sintomatici e reidratazione. Occhio che la diarrea potrebbe persistere per anche due settimane, con feci molli per periodi ancora più prolungati. E' importante poi non mettere cani malati a contatto con cani sani per evitare la diffusione della malattia.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail