Otite esterna gatto: sintomi

Come si manifesta l'otite esterna nel gatto? Quali sono i sintomi a cui prestare attenzione?

Otite esterna gatto

Malattia molto frequente nei cani, possiamo tuttavia imbatterci nell'otite esterna nel gatto più spesso di quanto non si pensi. L'otite esterna è un'infiammazione del condotto uditivo esterno, incluso il padiglione auricolare. Spesso la causa dell'otite nel gatto è legata alla presenza di acari delle orecchie, tuttavia esistono altre eziologie da tenere in considerazione. Il problema nel gatto è che otiti croniche provocano secondariamente e col passare del tempo un'aumentata produzione di tessuto fibroso, talvolta con formazione di polipi, che finiscono con l'occludere il condotto uditivo, già fisiologicamente più piccolo rispetto a quello del cane. Ma quali sono i sintomi dell'otite esterna nel gatto?

Otite esterna gatto: come si manifesta

Oltre ai già citati acari, possono essere diverse le cause di otite esterna nel gatto. Fra le più comuni ricordiamo atopia, allergie alimentari, corpi estranei, reazioni avverse a farmaci, eccesso di desquamazione delle cellule epiteliali o anche malattie autoimmuni. Se a questo ci aggiungiamo sovrinfezioni batteriche, infezioni da lieviti e Malassezia o acqua entrata nel condotto uditivo del micio, ecco che anche nei gatti possono manifestarsi forme di otite con una certa frequenza.

Questi sono i sintomi dell'otite esterna nel gatto:

  • prurito più o meno intenso
  • lesioni da autotraumatismo provocate dal fatto che il gatto si gratta fino a scorticarsi, ferendo con gli artigli tutta la zona intorno alle orecchie e favorendo l'insorgenza di sovrinfezioni batteriche secondarie
  • il gatto scuote la testa
  • testa ruotata o piegata
  • il condotto uditivo appare arrossato
  • presenza di cerume da giallastro a marrone scuro, a volte nerastro (in caso di otite purulenta, presenza di pus)
  • le orecchie emanano un cattivo odore
  • formazione di cisti e polipi che ostruiscono il condotto uditivo, favorendo l'accumulo di cerume e batteri

Nel caso in cui l'otite esterna non venisse curata per tempo, è possibile che da otite esterna si passi a otite media con testa inclinata, nistagmo, incoordinazione motoria, incapacità di stare in stazione, febbre, anoressia e vomito.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail