Petsblog Gatti Zecca del gatto: 11 cose che devi sapere per riconoscerla e rimuoverla

Zecca del gatto: 11 cose che devi sapere per riconoscerla e rimuoverla

Zecca del gatto: 11 cose che devi sapere per riconoscerla e rimuoverla

La zecca del gatto è un parassita pericoloso che può causare seri danni alla salute del tuo felino domestico. Può provocare problemi molto gravi ed è importante quindi riconoscerne i sintomi, al fine di proteggere anche la tua famiglia dalle malattie e problematiche che potrebbe causare.

Con la nostra guida scoprirai tutto ciò che è necessario sapere sulla zecca del gatto e come rimuoverla facilmente con rimedi naturali.

Come sono le zecche dei gatti?

Le zecche del gatto non nutrite sono di piccole dimensioni, hanno otto zampe e possono essere di colore nero, marrone, rosso o marroncino. Dopo essersi nutrite, le loro dimensioni aumentano e assumono l’aspetto di una sfera marrone. La testa (dotata di rostro con cui fora la pelle e succhia il sangue) non si distingue dal corpo.

Come fanno le zecche ad attaccarsi al gatto?

Quando il tuo felino domestico passa nelle loro vicinanze, le zecche si aggrappano al suo manto, trovano la posizione ideale dove non sono facilmente visibili e si attaccano saldamente alla pelle, mordendola.

Quanto vive una zecca sul gatto?

Una femmina vive 2-3 settimane e depone di solito 15-20 uova al giorno durante il ciclo vitale. Le uova cadono nell’ambiente, dove si schiudono lasciando uscire le larve.

Quali sono le conseguenze delle zecche nel gatto?

Le zecche possono provocare dei danni gravissimi: se non sono sottoposti a uno stretto controllo, i gatti possono essere aggrediti e incappare così in patologie pericolose come ad esempio la borreliosi di Lyme, l’encefalite virale e la febbre.

Come capire se il gatto ha una zecca?

I principali segni di una possibile infestazione da zecche nel gatto sono i seguenti:

  • febbre
  • zoppia
  • perdita dell’appetito
  • tosse
  • improvvisa comparsa di dolore ad un arto o in altre parti del corpo
  • artrite o tumefazione articolare
  • letargia o depressione.

Come riconoscere la zecca del gatto?

Puoi riconoscere la zecca del gatto notandola infilata nella pelle. Le zecche si localizzano prevalentemente su testa, collo, fianchi e parte posteriore dei ginocchi. Il corpo delle zecche è ovale di colore scuro.

Come togliere la zecca dal gatto?

Per liberarsi di una zecca del gatto basta prendere una pinzetta e tirare via il parassita iniziando dalla testa (così da non lasciare la bocca attaccata al gatto). Una volta eliminata la zecca, dobbiamo disinfettare la zona in quanto potrebbe presentare un piccolo sanguinamento.

Cosa non devi fare quando togli le zecche del gatto?

Non schiacciare mai il corpo della zecca: questa azione potrebbe provocare l’immissione nel sangue dell’animale di una maggiore quantità di saliva del parassita e, dunque, aumentare il rischio di trasmissione di malattie.

Rimedi naturali: come togliere una zecca con l’olio?

Intingere il dito nella tazzina con l’olio e fai colare un paio di gocce d’olio di oliva sulla zecca. Aspettare un po’ perché dopo qualche secondo la zecca apre il rostro. Munirsi di una pinzetta per afferrarla e tirarla via.

Rimedi naturali: come togliere una zecca con dentifricio?

Mettere del dentifricio sulla zecca, aspettare qualche minuto e poi poterla togliere agevolmente con le pinzette.

Cosa succede se rimane il rostro della zecca?

Se dopo la rimozione il rostro dovesse rimanere dentro alla cute, non c’è bisogno di allarmarsi: le probabilità di infezione sono le stesse di qualsiasi corpo estraneo (spina, scheggia di legno ecc..). Dopo qualche giorno verrà espulso naturalmente.

Seguici anche sui canali social