Dermatite da carenza di zinco nel cane: sintomi

Soprattutto in alcune razze di cani come il Siberian Husky e l'Alaskan Malamute esistono forme di dermatite da carenza di zinco: ecco i sintomi da tenere sotto controllo.

Cucciolo di Alaskan Malamute

Soprattutto in alcune razze di cani nordici è bene fare attenzione alla comparsa di sintomi da dermatite da carenza di zinco. Potreste averla sentita nominare anche come dermatite responsiva allo zinco, ma sempre della stessa malattia si tratta. Non è così infrequente vederla nelle razze predisposte, tuttavia non escludete che possa manifestarsi anche in altre razze. Andiamo subito a vedere quali siano le cause di dermatite da carenza di zinco nel cane, spesso provocata da:

  • carenza di zinco nella dieta
  • malassorbimento dello zinco (anche provocato da altre patologie che causano malassorbimento intestinale)
  • anomalo utilizzo dello zinco

Dermatite da carenza di zinco nel cane: come si manifesta?

Prima di vedere come si manifesta la dermatite da carenza di zinco, bisogna ricordare che esistono due forme di questa malattia:

  1. Sindrome 1: è quella che colpisce i cani di razza nordica come Siberian Husky e Alaskan Malamute. In questo caso la causa è un difetto ereditario che provoca disturbi sia nell'assorbimento che nel metabolismo dello zinco. Tuttavia sono state individuate forme ereditarie anche nel Golden Retriever, dove causa forme di ipercheratosi nasale e nel Rottweiler, dove provoca paracheratosi follicolare congenita
  2. Sindrome 2: colpisce i cuccioli di taglia grande e gigante, soprattutto quelli alimentati con diete povere di zinco o con diete troppo ricche di fitati che riducono l'assorbimento dello zinco

Questi sono i sintomi della dermatite da carenza di zinco nel cane:

  • lesioni soprattutto nelle giunzioni mucocutanee, in particolar modo nella testa
  • alopecia
  • papule
  • eritema
  • croste
  • ipercheratosi
  • piodermite
  • prurito
  • lichenificazione della cute
  • cuscinetti plantari gonfi
  • proliferazioni corneali
  • anoressia
  • rallentamento della crescita
  • letargia
  • aumento di volume dei linfonodi periferici
  • paronichia con pus (infezione del tessuto ungueale)

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail