Petsblog Tartarughe Come capire se una tartaruga d’acqua sta male?

Come capire se una tartaruga d’acqua sta male?

Come fare per capire se la tartaruga d'acqua sta male? Beh, bisogna prima imparare a conoscere i sintomi di malattia delle Trachemys e affini. Soprattutto se siete abituati a cane e gatto, le tartarughe possono manifestare i sintomi di malattia in maniera diversa. Inoltre tutte le tartarughe tendono a mascherare molto segni e sintomi di malattia, con patologie che piano piano possono progredire anche per mesi prima che uno se ne accorga

Come capire se una tartaruga d’acqua sta male?

I proprietari neofiti di tartarughe se lo chiedono spesso: come capire se una tartaruga d’acqua sta male? Se già con cani e gatti a volte si fa fatica a riconoscere segni e sintomi di malattia, ecco che con le tartarughe le cose si complicano. A volte manifestano le stesse patologie che siamo abituati a vedere in cani e gatti in maniera leggermente diversa. A volte, invece, mascherano fino all’ultimo i sintomi.

Inoltre le tartarughe, spesso, a differenza di quanto accade con cani, gatti o anche conigli, presentano malattie che si evolvono lentamente nel corso del tempo (non sempre, eh!). Per esempio, una malattia in un coniglio potrebbe decorrere così velocemente che i sintomi peggiorano rapidamente nel giro di pochi giorni dall’esordio. In una tartaruga, invece, i sintomi potrebbero impiegare settimane o mesi a manifestarsi, soprattutto agli occhi di un proprietario poco esperto o attento.

Come capire se una tartaruga d’acqua sta male? Sintomi di malattia

Baby Trachemys

Questi sono alcuni dei sintomi tipici di malattia delle tartarughe d’acqua, le classiche Trachemys e affini:

  • anoressia: soprattutto le tartarughe giovani, tendono a mangiare tutti i giorni. Se la tua tartaruga trascorre troppi giorni senza mangiare e non assaggia più neanche i cibi preferiti, contatta il tuo veterinario (magari dopo qualche giorno, non dopo quattro mesi che non mangia, potrebbe essere un po’ tardi per poter fare qualcosa)
  • scolo oculare o nasale: indica rinite o polmonite
  • dispnea: un cane o gatto dispnoico li riconosci perché contraggono il torace in maniera spasmodica per respirare. Questo accade, per esempio, in corso di polmonite o di versamenti cavitari. Ma una tartaruga non può farlo a causa della corazza ed ecco che una polmonite, per esempio, si manifesta con la tartaruga che, oltre a non mangiare, rimane sempre fuori dall’acqua e respira a bocca aperta allungando il collo. Attenzione: se prima abbiamo detto che a volte le malattie delle tartarughe ci mettono parecchio tempo a manifestarsi e a condurre a morte l’animale, ecco che in caso di polmonite la morte potrebbe essere anche molto rapida
  • materiale caseoso in bocca: indica una stomatite. Possibile la presenza di scialorrea e di bocca tenuta aperta
  • movimenti anomali: se quando nuota la tua tartaruga pende da una parte, vuol dire che o c’è una polmonite in corso o altra patologia che le impedisce di nuotare dritta (fra cui anche forme di gastrite). In questo caso, la tartaruga va tenuta fuori dall’acqua e idratata con bagnetti tiepidi in attesa della visita dal veterinario. Se lasci una tartaruga con polmonite che nuota storta in acqua, rischia di affogare
  • diarrea: c’è poco da dire, feci di colori o consistenze anomale possono indicare problemi alimentari, infezioni batteriche, virali o anche parassitosi intestinali. Fra le forme batteriche segnaliamo anche la Salmonellosi che, talvolta, nelle tartarughe decorre in forma asintomatica, ma che può essere una zoonosi per l’uomo
  • occhi chiusi e gonfi, con o senza gonfiore laterale a livello dell’orecchio: sintomo di ipovitaminosi A da dieta errata da mono gamberetti. Spesso associata a polmonite
  • corazza molle: indica una MOM, la Malattia Ossea Metabolica da dieta errata o mancata esposizione ai raggi UVB
  • arrossamento e ulcerazioni di carapace e piastrone: possono indicare forme di SCUD, una grave forma setticemica che colpisce cute e corazza della tartaruga e che può provocarne la morte

Cosa fare se le tartarughe d’acqua stanno male?

 

Se la tua tartaruga d’acqua sta male, contatta subito il tuo veterinario esperto di esotici. Anche se è vero che le tartarughe mascherano i sintomi e che ci mettono parecchio a volte a manifestarli, non vuol dire aspettare settimane o mesi prima di portarle a visita. Questo perché nel frattempo la patologia potrebbe essere progredita a tal punto da non permettere alle cure di avere sufficiente tempo per fare effetto.

Fonti:

  1. Sivae
  2. Veterian Key

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cosa fare se la tartaruga fa le uova?
Tartarughe

Quando la tartaruga depone le uova, è importante metterle in sicurezza. Non devono essere mai mosse o ruotate, ma è importante controllarle periodicamente, in modo da evitare problemi.