Petsblog Criceti Cosa non possono mangiare i criceti?

Cosa non possono mangiare i criceti?

Se prendi un criceto, oltre a sapere quale debba essere la sua alimentazione, devi anche sapere cosa non possono mangiare i criceti. Questi piccoli roditori sono, infatti, molto curiosi e ghiotti: più o meno mangiano e rosicchiano tutto quello che gli proponi. Ma questo non vuol dire che debbano per forza mangiare ogni sorta di […]

Cosa non possono mangiare i criceti?

Se prendi un criceto, oltre a sapere quale debba essere la sua alimentazione, devi anche sapere cosa non possono mangiare i criceti. Questi piccoli roditori sono, infatti, molto curiosi e ghiotti: più o meno mangiano e rosicchiano tutto quello che gli proponi. Ma questo non vuol dire che debbano per forza mangiare ogni sorta di cibo. Questo perché alcuni alimenti per loro non idonei potrebbero non permettere loro di limare correttamente i denti (provocando malocclusione dentale), potrebbero causare diarree o, in alcuni casi, veri e propri avvelenamenti, con esito mortale.

Cosa non possono mangiare i criceti? Alimenti vietati nella loro dieta

criceto dorato che mangia

Abbiamo già parlato in passato di ciò che possono mangiare i criceti. L’alimentazione di un criceto, infatti, è quella di un animale onnivoro che ha bisogno di determinate fonti alimentari, fra cui anche fonti proteiche animali. Tuttavia è indubbio che ci sono alcuni alimenti che i criceti non possono mangiare. Anzi: non devono mangiarli in quanto in alcuni casi non sono adatti al loro metabolismo, mentre in altri sono cibi che, per i criceti, si comportano come sostanze tossiche.

Questi sono gli alimenti che il criceto non deve mai mangiare:

  • latte, formaggi e derivati: non sono tossici, ma possono provocare intolleranze alimentari con diarrea
  • cioccolato: è tossico, esattamente come è velenoso per cani e gatti
  • dolci, caramelle, gelati, gomme da masticare: vietati. Assolutamente bandite anche le stecche con semi e miele, troppo zuccherine. A proposito del miele: non dategli perché gli blocca e impasta le tasche guanciali
  • pane, pasta, grissini, cracker, fette biscottate, riso: insomma, tutto quello che a base di carboidrati non va dato al criceto. Non sono alimenti propriamente tossici o velenosi per i criceti, ma non fanno parte della dieta di questi animali che si nutrono soprattutto di semi, cereali e verdura (con piccole dosi di proteine animali)
  • aglio, cipolle, erba cipollina e porro: non facili da digerire, da evitare assolutamente
  • prezzemolo, sedano, basilico, origano, alloro, coriandolo e ravanelli
  • fagioli: specie se crudi, sono tossici
  • parti verdi di patate e pomodori: ricche di solanina, tossica e velenosa
  • avocado: troppo ricco di grassi, non riesce a digerirlo bene
  • agrumi: troppo acidi
  • semi della frutta: sono tossici (inclusi i semi di mela)
  • avanzi da tavola: da non somministrare, di nessun genere e tipo. Sono troppo conditi, ricchi di sale e grassi

Quanto deve mangiare un criceto al giorno?

In generale un criceto mangia fra i 10 e i 30 grammi di mangime al giorno. Molto però dipende dalla specie, dalle sue dimensioni e dalla sua tendenza a ingrassare. In generale il criceto fa diversi pasti al giorno, quindi è bene lasciargli la ciotola sempre piena. Nel caso, però, di criceti un po’ troppo tondetti, bisognerà provvedere a razionare la quantità giornaliera, evitando di somministrare semi di girasole, troppo grassi e oleosi.

Il cibo fresco, quindi frutta, verdura e pezzettini di carne non mangiati devono essere rimossi giornalmente dall’alloggio (in estate, quando fa molto caldo, anche dopo qualche ora).

L’acqua deve essere lasciata ad libitum, a disposizione nei classici beverini verticali (controllando periodicamente che siano pervi perché si ostruiscono facilmente con il calcare dell’acqua).

Fonti:

  1. PetMD
  2. PDSA

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Come dimostrano affetto i criceti?
Criceti

Come dimostrano affetto i criceti? Questi splendidi piccolo pets sono perfettamente in grado di affezionarsi ai loro bipedi preferiti, ma da bravi padroncini, dobbiamo saperci guadagnare il loro affetto, con pazienza, costanza e qualche snack goloso.