Amilasi e lipasi nel cane e nel gatto: diagnosi di pancreatite o di insufficienza pancreatica?

Facciamo un po’ di chiarezza per quanto riguarda gli esami del sangue relativi alla diagnosi di pancreatite o di insufficienza pancreatica nel cane e nel gatto.

carlino fiori

Amilasi e lipasi nel cane e nel gatto – C’è ancora parecchia confusione per quanto riguarda la diagnosi di pancreatite e di insufficienza pancreatica non solo per quanto riguarda la tipologia di malattia, ma anche per il tipo di esami che indicano questa o quella patologia. Prima di tutto: pancreatite e insufficienza pancreatica non sono la stessa cosa. La pancreatite è un processo infiammatorio a causa del pancreas, può essere acuta o cronica e può avere diverse cause (idiopatica, diete scorrette, neoplasie...). L’insufficienza pancreatica è un’ipofunzionalità del pancreas che lavora di meno e non produce enzimi pancreatici con tutti i sintomi del caso.

Amilasi e lipasi del cane NON diagnosticano l’insufficienza pancreatica

Questo è l’errore più comune nel quale si può incorrere. C’è scritto su tutti i testi di laboratoristica veterinari: amilasi e lipasi non servono per diagnosticare l’insufficienza pancreatica. L’amilasi e la lipasi servono al massimo per ipotizzare la presenza di una pancreatite o di un’insufficienza renale (aumentano i livelli di gastrina e diminuisce la clearance renale). Dico al massimo perché si tratta di esami sensibili, ma non specifici: questo vuol dire che nel 15-20% dei casi ci sono cani e gatti con amilasi e lipasi normali, ma pancreatite in atto.

Questo vuol anche dire che avere amilasi e lipasi normali non vuol dire escludere un’insufficienza pancreatica perché non sono questi gli esami utili per rilevarla. Al contrario avere alterazioni dell’amilasi e della lipasi non vuol dire avere un’insufficienza pancreatica, bensì al massimo una pancreatite.

TLI, folati e B12 diagnosticano l’insufficienza pancreatica

Se si vuole fare diagnosi di insufficienza pancreatica bisogna fare almeno TLI, folati e B12, eventualmente valutando anche il potere triptico fecale. Se il TLI è più basso del valore soglia allora ho di sicuro un’insufficienza pancreatica (o una pancreatite cronica al limite), mentre valori nei range inferiori con sintomi presenti vanno rivalutati a distanza di almeno un mese perché potrebbero indicare un inizio di ipofunzionalità, ma non ancora un’insufficienza pancreatica vera e propria.

Ribadiamo ancora una volta che dire "Amilasi e lipasi sono normali, quindi il cane non ha un’insufficienza pancreatica" è un errore in quanto amilasi e lipasi non servono per diagnosticare l’insufficienza pancreatica, ma solo la pancreatite o l’insufficienza renale.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | e_haya

  • shares
  • Mail