• Petsblog
  • Cani
  • Cibi di Natale che cani e gatti non devono mangiare: i più pericolosi

Cibi di Natale che cani e gatti non devono mangiare: i più pericolosi

Cibi di Natale che cani e gatti non devono mangiare: i più pericolosi

Ci sono alcuni piatti e alimenti tipici natalizi che cani e gatto non dovrebbero mangiare. A meno che non vogliate trascorrere le vostre vacanze di Natale dal veterinario.

Arriva il Natale e arrivano i grandi pranzi e cene. Mentre noi ci abbuffiamo, viene la tentazione di dare questi cibi di Natale a cani e gatti. Ebbene, resistiamo a questa tentazione. La nostra nobile intenzione di far festeggiare anche i nostri animali domestici con piatti e alimenti tipici natalizi ha come esito, solitamente, quello di farli stare male. Vomito e diarrea se va bene, ma correte il rischio di provocare pancreatiti, diabete o anche gravi forme di avvelenamento o intossicazione. Questo comporterà il dover trascorrere le vostre vacanze di Natale dal veterinario, avendo provocato voi stessi la malattia del vostro animale.

Volete trasmettere un po’ di atmosfera natalizia anche ai vostri animali? Al posto di intossicarli e farli star male, coccolateli di più e passate più tempo con loro.

Cibi di Natale da non dare a cani e gatti

Questi sono gli alimenti di Natale da non dare a cani e gatti:

  • cioccolato: sotto qualsiasi forma si presenti, anche se presente in quantità minima nel vostro dolce di Natale, il cioccolato è tossico. La teobromina contenuta nel cioccolato è velenosa per gli animali, il loro fegato non è in grado di metabolizzarla e quello che accade è che il cane manifesta tremori, sintomi neurologici e problemi cardiaci. Va da sé che vanno evitate anche tè, caffè e qualsiasi alimento o bevanda contenente teobromina, teina e caffeina (quindi anche la Coca Cola)
  • noci di Macadamia: fortunatamente qui da noi non sono molto diffuse, ma causano una grave intossicazione con ipertermia, tremori, zoppia e rigidità
  • dolci di Natale: ogni regione italiana ha il suo tipico dolce di Natale. Ma c’è una cosa che li accomuna: qualsiasi sia il dolce tradizionale natalizio, non va dato al vostro animale domestico. Oltre all’immediato rischio di gastroenterite con vomito e diarrea, rischiate anche di provocare pancreatite acuta e diabete
  • dolcificanti artificiali: attenzione anche ai dolcificanti artificali, assai pericolosi per i nostri animali. Lo xilitolo, per esempio, provoca grave ipoglicemia acuta e danni epatici
  • cipolla, aglio, porri, scalogno e erba cipollina: in generale le piante della famiglia Allium sono velenose per cani e gatti perché possono provocare forme fulminati di anemia emolitica. Visto che questi aromi si usano per cucinare, teneteli fuori dalla portata dei vostri animali
  • avanzi: di qualsiasi tipo siano gli avanzi del vostro pranzo di Natale, di sicuro non vanno bene per il vostro cane o gatto (a meno che a Natale non abbiate mangiato del pollo lesso e del tutto scondito). Gli avanzi nostri sono troppo ricchi ed elaborati per l’intestino del nostro animale che fatica a digerirlo e rischia di sviluppare le patologie di cui abbiamo parlato prima. Occhio anche a somministrare avanzi non conservati correttamente: se ammuffiti, oltre ai problemi gastroenterici immediati, possono provocare sintomi da avvelenamento da muffe con sintomi neurologici

Via | Which

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog